A 19 anni dal furto, carabinieri restituiscono ai fedeli due statue lignee trafugate in Cattedrale

Il furto risale all'aprile del 2000. L’attività scaturisce dalle indagini legate ad una serie di furti operati nella provincia di Foggia che ha permesso il recupero di diversi beni ecclesiastici, trafugati e immessi sul mercato nero

Le due statue lignee recuperate

Dopo 19 anni, sono state restituite alla comunità dei fedeli le due sculture lignee intagliate dorate, raffiguranti due angeli con reggi ceri del XVIII secolo, di importante valore devozionale.  

Le statue erano state rubate il 6 aprile 2000. L’attività di recupero scaturisce da approfondimenti investigativi nell’ambito di una più articolata indagine del Nucleo TPC di Bari in relazione ad una serie di furti operati nella provincia di Foggia che permetteva il recupero di diversi beni ecclesiastici, trafugati e successivamente immessi sul mercato.

Tra questi anche i due angeli lignei, che sono stati riconsegnati e riposizionati all’interno della cattedrale di Santa Maria Assunta e San Genesio di San Miniato, nel Pisano, al termine della Santa Messa in onore della Virgo Fidelis, santa patrona dell’Arma dei Carabinieri. 

Per le indagini, è risultata di determinante importanza la comparazione delle immagini delle due sculture con quelle contenute nella Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita e alimentata dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, che ha confermato la natura illecita della provenienza dei beni oggetto di restituzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Testimonianza choc, la compagna del 38enne ucciso: "E' stato il bambino". Giornalista costretto a cancellare immagini

Torna su
FoggiaToday è in caricamento