Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca San Severo / Via P. Nenni

Tabaccherie nel mirino dei rapinatori: a San Severo due colpi in meno di un'ora

Ancora da quantificare l'ammontare dei bottini. Su entrambi gli episodi sono in corso le indagini dei carabinieri che stanno verificando la presenza di telecamere utili in zona e lungo le vie di fuga dei rapinatori

Due rapine in meno di un'ora: accade a San Severo, dove ieri sera due tabaccherie della città sono finite nel mirino dei rapinatori. E, al momento, non si esclude che possa trattarsi della stessa banda.

Nel primo caso, i rapinatori hanno fatto irruzione nella rivendita di tabacchi in via Pietro Nenni, poco dopo le 19.30: ad agire, tre uomini tutti incappucciati e due dei quali armati di pistola. Dietro la minaccia delle armi, i tre si sono fatti consegnare l'incasso della giornata, non ancora quantificato.

Il dipendente presente ha cercato di opporre resistenza alla furia dei rapinatori, ingaggiando una breve colluttazione, nella quale ha rimediato due pugni in viso e per i quali è stato medicato sul posto dai sanitari del 118. Intascato il denaro, i tre sono fuggiti a piedi dileguandosi per le stradine limitrofe.

Meno di un'ora dopo, un'altra rapina è stata messa a segno ai danni di un'altra tabaccheria della città: questa volta ad agire sono stati due uomini, sempre incappucciati ed armati di pistola. Gli stessi hanno fatto irruzione nell'attività commerciale in viale Di Vittorio, minacciando il titolare e sottraendo il denaro presente in cassa.

L'azione è stata fulminea e tra vittima e rapinatori non vi è stata alcuna colluttazione. Anche in questo caso, intascato il denaro i malviventi sono fuggiti a piedi. Ancora da quantificare l'ammontare dei bottini. Su entrambi gli episodi sono in corso le indagini degli uomini dell'Arma che stanno verificando la presenza di telecamere utili in zona e lungo le vie di fuga dei rapinatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tabaccherie nel mirino dei rapinatori: a San Severo due colpi in meno di un'ora

FoggiaToday è in caricamento