Rapinarono gioiellerie Pace e De Sanctis a Pescara: arrestati foggiani

I colpi fruttarono 180mila e 250 mila euro in preziosi. Gli arresti sono stati eseguiti a Vieste e a Novara. Hanno collaborato all'operazione gli agenti del commissariato di Manfredonia

Un'immagine della rapina

La Mobile di Pescara ha arrestato due foggiani poiché ritenuti responsabili delle rapine effettuate l’11 febbraio e il 19 aprile del 2011 nelle gioiellerie “De Sanctis” e “Pace” situate nel centro della città abruzzese. I colpi fruttarono rispettivamente 180 e 250 mila euro in preziosi.

Per questo motivo sono finiti dietro le sbarre M.M. di anni 24 e L.P. di 22, rispettivamente nati a San Giovanni Rotondo e a Manfredonia, già ai domiciliari per altri reati.

L’11 febbraio del 2011 M.M. e altri due complici non identificati sono entrati nella gioielleria di via Venezia a volto scoperto fingendosi di essere dei clienti e chiedendo al titolare di poter vedere alcuni monili d’oro. Poco dopo, sotto la minaccia di un coltello, i tre hanno sottratto oggetti preziosi ed orologi custoditi in cassaforte.

VIDEO RAPINA GIOIELLERIA "PACE": CLICCA QUI

Prima di andar via i tre hanno immobilizzato le vittime con il nastro adesivo, disinstallato l’impianto di videosorveglianza  e portato via la cassetta con le registrazioni dell’accaduto.

Il 19 aprile del 2011 il 24enne si è reso invece protagonista, insieme a L.P. e un altro complice, del colpo effettuato nell’esercizio commerciale di corso Vittorio Emanuele. Questa volta i banditi hanno minacciato titolare e dipendente con una pistola e sono fuggiti via con preziosi dal valore di 250mila euro.

Gli autori della rapina hanno utilizzato la stessa tecnica ma non hanno manomesso le telecamere a circuito chiuso, fornendo una palla al balzo agli investigatori.

Gli arresti sono stati eseguiti a Vieste e a Novara. Hanno collaborato all'operazione gli agenti del commissariato di Manfredonia e della squadra mobile di Novara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento