rotate-mobile
Cronaca

Con abiti maschili picchiava ragazzini e portava via i cellulari: fermata rapinatrice

Gli agenti della sezione Antirapina e gli uomini delle Volanti hanno fermato la 23enne nei pressi della chiesa del Carmine Nuovo, insieme ad altri due complici minorenni

Secondo il personale della sezione Antirapina della Squadra Mobile di Foggia, R.M., di anni 23, unitamente a due minorenni, si sarebbero resi protagonisti di alcuni furti di cellulari avvenuti nelle ultime settimane in città, con analoghe modalità: le vittime, tutte giovani o minorenni, venivano bloccate, percosse e rapinate.

Il caso è stato risolto grazie a una telefonata giunta al 113 nella giornata del 2 aprile che segnalava un tentativo di rapina in atto nei pressi della Chiesa del Carmine Nuovo. Giunti sul posto, gli uomini delle Volanti, bloccavano, dopo un breve inseguimento, due minorenni e una ragazza travisata con abiti maschili.

A carico di uno dei due minorenni e della 23enne, venivano riscontrati univoci elementi di reità in merito alla responsabilità della consumazione di altri due episodi di rapina avvenuti alla fine del mese di marzo. In particolare nel primo caso, verificatosi nei pressi del parcheggio Zuretti il 27 marzo, i due avevano individuato la vittima, intenta ad ascoltare musica con le cuffie alle orecchie, e l’avevano fermata con la scusa dell’orario: bloccato e percosso, il ragazzino era stato costretto a consegnare il cellulare HTC modello Desirè 500.

Un analogo episodio, avvenuto nei pressi della Chiesa del Carmine Nuovo, risale al 30 marzo. I due rapinatori, individuata la loro vittima, ponevano in essere la medesima tattica e riuscivano ad impossessarsi del telefono cellulare marca e Iphone modello 5S. Nella circostanza la 23enne ammetteva le proprie responsabilità, permettendo di recuperare l’Iphone che nel frattempo era stato già venduto ad un ignaro cittadino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con abiti maschili picchiava ragazzini e portava via i cellulari: fermata rapinatrice

FoggiaToday è in caricamento