Cronaca

Armati di fucile assaltano tir, immobilizzato e rilasciato conducente lancia l'allarme: refurtiva ritrovata ma è caccia ai banditi

Rapinato tir che trasportava giocattoli e addobbi natalizi all'altezza di Margherita di Savoia sulla Statale 16 bis. Refurtiva ritrovata a Canosa di Puglia

Mercoledì sera lungo la strada statale Statale 16 bis Adriatica, verso le 21, quattro persone vestite con abiti scuri e travisate da passamontagna e guanti, a bordo di una Fiat Bravo di colore scuro, hanno affiancato un autoarticolato e lo hanno costretto a fermarsi all’altezza del bivio per Margherita di Savoia.

I quattro, tutti armati di fucile, hanno fatto scendere dalla cabina l’autotrasportatore, lo hanno legato con delle fascette in plastica e lo hanno fatto salire a bordo della loro autovettura; contestualmente, uno dei rapinatori si è messo alla guida dell’autoarticolato che trasportava un carico di giocattoli ed addobbi natalizi.

Dopo circa mezz’ora, l’autotrasportatore è stato rilasciato sulla strada provinciale 3, che collega Barletta a Canosa di Puglia, a pochi chilometri da un casello autostradale.

L’uomo ha raggiunto il casellante che ha subito dato l’allarme ed ha fatto intervenire la Polizia Stradale.

Immediatamente, il compartimento della Polizia Stradale per la Puglia ha dispiegato sul territorio alcune pattuglie della polizia stradale di Trani e di Bari che grazie anche ad una tempestiva attività d’indagine, si sono poste sulle tracce dei rapinatori, costretti ad abbandonare la refurtiva.

Poco dopo la mezzanotte, infatti, i poliziotti hanno recuperato, all’interno di un capannone abbondonato in agro del di Canosa di Puglia, il complesso veicolare oggetto della rapina con tutta la merce trasportata che, subito dopo, è stata restituita all’avente diritto.

Sono in corso indagini tese ad identificare gli autori della rapina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armati di fucile assaltano tir, immobilizzato e rilasciato conducente lancia l'allarme: refurtiva ritrovata ma è caccia ai banditi

FoggiaToday è in caricamento