Rapinata tabaccheria a Poggio Imperiale: titolari e figli minacciati con pistola e coltello da macellaio

Due rapinatori incappucciati sono scappati via con il bottino e la borsa della figlia dei proprietari. Dentro c'era anche un poliziotto in servizio a Firenze e la compagna incinta di sette mesi

Attimi di paura ieri pomeriggio in una tabaccheria di Poggio Imperiale ('Il Tabaccaio'), dove due ragazzi armati di pistola e coltello da macellaio, hanno minacciato i proprietari costringendoli a consegnare loro l’incasso della giornata.

Sono stati momenti concitati perché al colpo ha assistito anche il figlio della proprietaria, un poliziotto in servizio a Firenze, che con le buone ha cercato di convincere i malviventi, che in tutta risposta gli hanno puntato il coltello in presenza della compagna incinta di sette mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prima di andare via con il bottino, i due rapinatori  sulla ventina, dall'accento dialettale, hanno strappato la borsa della figlia della proprietaria e sono riusciti a far perdere le proprie tracce a bordo di una Fiat Punto color grigio. Indagano i carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Coronavirus: zero contagi e zero morti in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento