Rapinano negozio in via Gioberti: arrestati 16enni, appartengono a famiglie “perbene”

Coperti da passamontagna e con una pistola giocattolo, hanno minacciato titolare, dipendente e clienti del "Proshop". Durante la fuga hanno incrociato una pattuglia dei carabinieri

La rapina al Proshop

Due foggiani minorenni, entrambi di 16 anni, sono stati arrestati ieri sera per la rapina a mano armata compiuta preso il negozio “Proshop” a Foggia. Erano circa le 20 quando i due, con il volto coperto da passamontagna, hanno fatto irruzione nel negozio di via Gioberti. Uno dei due si è preoccupato di minacciare con un pistola il titolare, una commessa e alcuni clienti, mentre l’altro ha afferrato il contenuto del registratore di cassa. Dopo alcuni secondi, tanto è durato il colpo, i due baby rapinatori si sono dati alla fuga, ignari però che sul loro cammino avrebbero incrociato una pattuglia dei carabinieri impegnati nel consueto servizio di controllo a largo raggio.

Militari in borghese e in divisa hanno notato i due sfilarsi il passamontagna e nascondere qualcosa sotto una macchina. Nonostante non fosse pervenuta alcuna segnalazione alla centrale operativa, i carabinieri li hanno fermati, ma i due hanno eluso l’alt e sono fuggiti a piedi. Bloccati dopo pochi minuti, nella loro disponibilità gli uomini in divisa hanno trovato l’incasso della rapina e un passamontagna con due buchi all’altezza degli occhi. Dopo poco è stata recuperata anche l’arma utilizzata, rivelatasi essere una pistola giocattolo modello revolver, privata del tappo rosso, tanto da potere essere scambiata per un’arma a tutti gli effetti.

VIDEO RAPINA PROSHOP

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due giovani studenti, completamente incensurati e provenienti da famiglie “perbene” sconosciute alle cronache, venivano quindi condotti presso il comando provinciale di via Guglielmi, dove ammettevano le loro responsabilità, dichiarando di aver pianificato il colpo nello stesso pomeriggio di ieri e di aver scelto l’obiettivo della loro azione criminosa poiché gli sembrava più agevole la via di fuga. Al termine delle formalità di rito gli stessi sono stati condotti presso l’Istituto minorile Fornelli di Bari, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. Le indagini sono ancora in corso in quanto si sta verificando la partecipazione alla rapina di una terza persona in via di identificazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento