rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Cronaca Cerignola

Follia alle Poste, banditi con la tuta del 118 picchiano e legano dipendenti per i soldi delle pensioni: 7mila euro il bottino ma all'uscita trovano la polizia

Hanno 28, 29 e 30 anni i rapinatori delle Poste di Atri in provincia di Teramo. Sono di Cerignola.

Sono tutti di Cerignola e hanno precedenti per reati contro il patrimonio i tre soggetti arrestati ieri sera in flagranza di reato con l’accusa di rapina aggravata ai danni di un ufficio postale nel Teramano, in Largo San Pietro ad Atri.

I tre sono stati costretti ad arrendersi grazie alla segnalazione di un cittadino e sono stati ammanettati dagli agenti di polizia con l’accusa di lesioni aggravate ai danni di tre dipendenti, furto aggravato e sequestro di persona.

Erano giunti ad Atri a bordo di un'auto rubata a Roseto degli Abruzzi. Una volta arrivati nei pressi dell'ufficio postale, con la divisa del ‘118 Abruzzo soccorso-Teramo’, travisati con mascherine e cappellini, hanno fatto irruzione all'interno e sotto la minaccia di due pistole - risultate giocattolo e senza il tappo rosso - sono riusciti a farsi consegnare la somma di 7mila euro.

Una donna è stata spintonata a terra e legata ai polsi e alle caviglie. La direttrice minacciata.

Le vittime, una delle quali con una ferita lacero contusa per un colpo partito dal calcio della pistola alla testa, sono finite in ospedale.

I banditi sono stati visti da un cittadino che ha lanciato immediatamente l’allarme alla polizia, intervenuta sul posto con una volante. A quel punto - non avendo via di fuga - si sono arresi. Hanno 28, 29 e 30 anni


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Follia alle Poste, banditi con la tuta del 118 picchiano e legano dipendenti per i soldi delle pensioni: 7mila euro il bottino ma all'uscita trovano la polizia

FoggiaToday è in caricamento