Rapina gioielleria a Civitanova Marche, arrestato 17enne foggiano

Il minore è stato bloccato da un finanziere che si trovava in vacanza. Si cercano due complici. Il ragazzo è residente a Vieste. Nel borsone i poliziotti hanno rinvenuto anche alcune dosi di hashish

Gioielleria

Mercoledì 3 agosto un minorenne nato a San Giovanni Rotondo, ma residente a Vieste, è stato arrestato in seguito alla rapina avvenuta in una nota gioielleria, la Silvi di Civitanova Marche.

E.R.A., queste le iniziali del suo nome, stava scappando via con un borsone a tracolla, ma è stato bloccato da un finanziere dei baschi verdi di Venezia - che si trovava in vacanza nella località turistica marchigiana - intervenuto dopo aver udito le urla di una donna che chiedeva aiuto dicendo di essere stata rapinata.

Come testimoniato dalla gioielliera, il giovane foggiano arrestato ha fatto irruzione nel locale e sotto la minaccia di una pistola ha portato via tutto il contenuto della cassaforte. Non era solo. Si cercano due complici.

Dopo essere stato sottoposto ad accertamenti, il minorenne è risultato essere già stato denunciato per ricettazione e false attestazioni sulla propria identità personale. Nel borsone i poliziotti hanno rinvenuto anche delle dosi di hashish. Il ragazzo è stato trasferito presso il Centro di Prima Accoglienza di Ancona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento