Rapinatore semina il panico in farmacia, poliziotto in borghese entra e lo arresta

In manette Antonio Russo, 21enne del posto già noto per precedenti contro il patrimonio. Per gli agenti del commissariato fu lui l'autore del colpo dello scorso 10 aprile

Il 21enne arrestato si arrende

Da una parte un poliziotto, dall’altra un giovane rapinatore. Un fugace scambio di sguardi in strada e la voce dell’esperienza che ha dettato quello che di lì a poco sarebbe accaduto. Tanto è bastato ad un agente capo del commissariato di Cerignola (libero dal servizio, in giro con un parente per commissioni, dopo aver terminato il turno di notte) per intuire le intenzioni di un 21enne del posto, Antonio Russo, pregiudicato prevalentemente per reati contro il patrimonio e poi arrestato per rapina.

L’agente ha pianificato tutto in una manciata di secondi: ha intimato al parente di allertare il 113, poi ha inseguito il giovane che, dopo pochi passi, ha calzato un collant da donna nero sul volto e ha fatto irruzione nella Farmacia Strafile di corso Roma, nel centro ofantino, armato di forbici. Di nuovo lì, dopo il colpo messo già a segno lo scorso 10 aprile, che fruttò alcune centinaia di euro. Quando il poliziotto è entrato nella farmacia - arma in pugno, dichiarandosi come appartenente della Polizia di Stato per tranquillizzare i presenti -, il giovane era già dall’altro lato del bancone e stava asportando il denaro presente nel registratore di cassa. Le dipendenti, terrorizzate e strette in un angolo alle sue spalle, gli avventori dileguatisi all’istante oppure fermi a guardare - increduli - la scena.

IL VIDEO DELLA RAPINA: LE IMMAGINI SHOCK

Nessuno, tra quelli che si erano guadagnati l’uscita, che abbia digitato tre cifre sul telefono: non importa se 112 o 113. Per alcuni minuti - che sono sembrati interminabili - il poliziotto è rimasto solo a tenere testa al rapinatore, riuscendo a disarmarlo ed immobilizzato a terra, in attesa di rinforzi.

Loreta Colasuonno: "Nessuno ha chiamato il 112 o 113"

Dalle indagini effettuate dai colleghi del commissariato, si è potuto accertare che la stessa farmacia è stata rapinata dallo stesso, lo scorso 10 aprile, come accertato dalla visione delle immagini a circuito chiuso. Quello delle rapine è un fenomeno particolarmente sentito a Cerignola: supermercati, farmacie, istituti postali e di credito. Una vera e propria emergenza che dal mese di novembre ad oggi sta tenendo banco in città, registrando punte massime di 3/4 colpi a settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

  • Attimi di terrore sulla A16: conflitto a fuoco tra polizia e ladri all'altezza di Candela

  • Coronavirus, l'infezione circola in 53 comuni foggiani: salgono a otto le 'zone rosse'. Covid-free nove comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento