Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Via Giuseppe Di Vittorio

Manfredonia: rapinano Despar e vanno in spiaggia, arrestati foggiani

Quattro ragazzi dovranno rispondere dei reati di rapina, ricettazione, lesioni personali e porto abusivo di arma in concorso. Il "colpo" compiuto al supermercato "Despar" di via Di Vittorio: 700 euro il bottino

Due foggiani arrestati

Hanno abbandonato i loro vestiti per strada nella speranza di potersi confondere – rimanendo a petto nudo e in pantaloncini – tra i bagnanti sul lungomare di Siponto. Ma sulle loro tracce c’erano già alcune pattuglie dei carabinieri di Manfredonia e del commissariato cittadino.

Stiamo parlando dei giovanissimi rapinatori in trasferta (sono quattro e tutti foggiani, due dei quali ancora minorenni) che nella tarda mattinata di ieri hanno svaligiato le casse del supermercato Despar in via Di Vittorio. Settecento euro il bottino, in banconote di diverso taglio e monete, incasso della mezza giornata di lavoro.

Erano le 13.30 circa quando tre rapinatori del gruppo sono entrati nell’esercizio – le immagini del sistema di videosorveglianza hanno immortalato ogni loro movimento – con il volto travisato da passamontagna, uno dei quali armato di un grosso coltello da cucina.

Non paghi del denaro contenuto delle casse, uno dei malviventi ha strappato una catenina in oro dal collo del titolare del market, provocandogli lievi lesioni ed escoriazioni che sono state successivamente medicate in pronto soccorso.

Ad aspettarli, all’uscita del market, un quarto complice, a bordo di una vecchia Ford Fiesta nera, rubata quella stessa mattina a Foggia. Subito dopo il colpo i quattro si sono dati alla fuga a folle velocità in direzione Siponto, ma decine di segnalazioni giunte al 113 e al 112 (tra le quali anche quella di un carabiniere libero dal servizio) hanno permesso agli agenti del commissariato e al nucleo Radiomobile di mettersi subito sulle tracce dei giovanissimi, già gravati da precedenti penali per reati contro la persona ed il patrimonio.

Abbandonata la vettura in una piazza del centro turistico, i quattro hanno pensato di far perdere le proprie tracce liberandosi dei vestiti e cercando di confondersi tra i bagnanti in spiaggia.

La “pioggia” di segnalazioni e informazioni giunte alle centrali operative delle forze dell’ordine, però, ha permesso agli agenti di non perdere nemmeno una mossa del “quartetto” e così, allertate altre pattuglie in zona (come quella del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce quel giorno in servizio a Manfredonia), hanno circondato un intero stabilimento balneare tagliando di fatto ogni possibile via di fuga ai rapinatori, sorpresi all’interno di un bagno pubblico intenti nella “spartizione” del bottino.

I quattro – C.A.P., di 21 anni, D.R.di 20 e due ragazzi minorenni – dovranno rispondere dei reati di rapina, ricettazione, lesioni personali e porto abusivo di arma in concorso. I due maggiorenni sono stati tradotti al carcere di Foggia, per gli altri, invece, si sono aperte le porte dell’istituto “Fornelli” di Bari.

“Questi arresti –- ha spiegato il dirigente del commissariato sipontino, Luciano Di Prisco – sono il risultato della efficace sinergia esistente tra le diverse forze dell’ordine presenti sul territorio. Questa operazione congiunta è una importante dimostrazione dell’efficacia della sicurezza partecipata, tra le diverse forze dell’ordine e soprattutto tra le forze dell’ordine e la cittadinanza”.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manfredonia: rapinano Despar e vanno in spiaggia, arrestati foggiani

FoggiaToday è in caricamento