Cronaca Torremaggiore

Rapina al Convì di Torremaggiore: in carcere 31enne, obbligo di dimora per la giovane complice

I fatti risalgono allo scorso 12 aprile. Matteo Soldano è finito in carcere. Obbligo di dimora per Alessandra Nicol Orsi, alla guida dell’auto utilizzata per la fuga

Il G.I.P. del Tribunale di Foggia, su richiesta della Procura della Repubblica, ha emesso un'ordinanza cautelare in carcere nei confronti di Matteo Soldano, ritenuto responsabile della rapina del 12 aprile al Convì di Torremaggiore, e con l'obbligo di dimora per Alessandra Nicol Orsi, ritenuta l’autista della macchina utilizzata per la fuga. I due dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso.

I fatti risalgono allo scorso 12 aprile, quando un uomo travisato e armato di pistola era entrato nel supermercato e aveva minacciato i commessi per farsi consegnare l’incasso. Subito dopo essersi impossessato dei contanti, i era dato alla fuga a bordo di una macchina condotta da un complice. I militari del locale Comando Stazione, immediatamente intervenuti presso l’esercizio, avevano avviato subito le indagini ascoltando alcuni testimoni e acquisendo le immagini di videosorveglianza del supermercato e quelle presenti lungo le vie adiacenti.

Attraverso la visione dei filmati erano riusciti a risalire all’identità dell’uomo e della ragazza. Infatti l’uomo travisato che materialmente era entrato nell’esercizio fu subito identificato in Matteo Soldano, classe ’86, mentre l’autista della macchina utilizzata per la fuga in Alessandra Nicol Orsi, classe '92.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina al Convì di Torremaggiore: in carcere 31enne, obbligo di dimora per la giovane complice

FoggiaToday è in caricamento