Picchiato e rapinato da un commando armato. I colleghi della vittima: "Auguri di pronta guarigione, ti aspettiamo"

Il sindacato dopo l'aggressione-rapina al dipendente del Consorzio di Bonifica dell'impianto Montagna Spaccata di Cerignola, dove i ladri hanno asportato alcuni mezzi

La foto dei carabinieri davanti al luogo della rapina

"Condanna per il vile atto di violenza perpetrato ai danni del collega, da un gruppo armato, nello svolgimento del proprio lavoro assegnatogli dal Consorzio per la Bonifica della Capitanata presso l'impianto Montagna Spaccata, in agro di Cerignola", e piena "solidarietà e vicinanza sia all'amico e collega esteso a tutta la sua famiglia".

Così, in una nota stampa, l'organizzazione sindacale Filbi-Uil, all'indomani della violenta rapina messa a segno due notti fa nell'agro ofantino e di cui è rimasto vittima il guardiano dipendente della struttura. "Gli auguriamo di cuore una pronta guarigione ed un sereno ritorno in mezzo ai tanti colleghi che gli sono vicino; tra di noi non potrà mai venire a mancare l'affetto perché siamo una grande famiglia consortile", si legge nella nota firmata dal segretario aziendale Matteo Luigi Leggieri e dal segretario territoriale Roberto Finaldi. 

"Il nostro lavoro è svolto su un territorio comprendente 39 comuni della Capitanata dove giornalmente ci troviamo a fronteggiare un po' di tutto, ma mai aver subito violenza fisica con conseguente furto di mezzi appartenenti al nostro ente che proprio in questo periodo di stagione irrigua ne ha un urgente bisogno affinché venga garantita la erogazione dell'acqua ad un'agricoltura che stenta a ripartire. Questa organizzazione sindacale - concludono - confida nel buon lavoro delle forze dell'ordine tutte e nella magistratura che sapranno dare certamente un segnale di forza dello Stato in Capitanata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento