rotate-mobile
Cronaca Cerignola

Terribile rapina a Cerignola, vigilantes presi a fucilate: l'uomo rischia di perdere la mano

Due vigilanti, padre e figlio, feriti nella rapina con sparatoria a Cerignola: un uomo ha perso la mano

Probabilmente, puntavano ad un bottino ricco (che però non c'era) - i malviventi che ieri hanno teso un agguato a colpi di revolver e fucile ai danni di due uomini dell'istituto di vigilanza 'Ariete' di Cerignola. Il fatto è successo ieri mattina, in via San Giuseppe, dove i due - padre e figlio, il primo a bordo della sua auto privata, il secondo su quella d'istituto - sono stati affiancati da una Fiat 16 color 'champagne'. 

I malviventi hanno puntato dritti al padre, intimando di consegnare loro il borsello. Verosimilmente, suppongono gli investigatori, pensavano contenesse del denaro affidato all'istituto di vigilanza. Al netto rifiuto hanno esploso una fucilata che ha colpito la mano dell'uomo, gravemente compromessa nonostante il delicato intervento chirurgico cui è stato sottoposto, ieri, al policlinico di Bari.

Ferito ad un polpaccio, invece, il figlio che è intervenuto in difesa del padre: se la caverà con una prognosi di pochi giorni. Sull'accaduto sono in corso le indagini della polizia: gli uomini della squadra mobile di Foggia e del commissariato di Cerignola stanno analizzando le immagini delle telecamere della zona alla ricerca di elementi utili. I malviventi hanno utilizzato un revolver (non sono stati repertati bossoli sull'asfalto) e un fucile a canne mozze. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terribile rapina a Cerignola, vigilantes presi a fucilate: l'uomo rischia di perdere la mano

FoggiaToday è in caricamento