Rapina in banca a Manfredonia: picchiato direttore, arrestati cerignolani

E' accaduto ieri presso l'istituto di credito della Banca Popolare di Bari in piazza Marconi. Fallito il colpo, i due sono stati fermati ed arrestati nel giro di poche ore grazie ad una azione sinergica di polizia e carabinieri

Uno dei ragazzi arrestati

Sono giovanissimi trasfertisti di Cerignola i due che ieri mattina hanno tentato di rapinare l’istituto di credito della Banca Popolare di Bari, a Manfredonia. Si tratta di due giovani incensurati, A.G., di 20 anni, e E.V. di 19 che – con il volto travisato da passamontagna e cappuccio e armati di taglierino – si sono introdotti nell’istituto bancario di piazza Marconi alle 9,30 di ieri, quando nella filiale iniziavano ad arrivare già i primi clienti.

A muso duro e con inaudita violenza, come sottolineano gli inquirenti, i due hanno cominciato a minacciare sia clienti che i dipendenti della filiale: a questi ultimi, dietro la minaccia dell’arma, ordinavano perentoriamente di consegnare loro tutto il denaro presente nelle casse.

Una richiesta che non è stata soddisfatta perché il sistema automatizzato dell’istituto di credito è andato subito in blocco, non permettendo ai malfattori di impossessarsi del denaro. Per questo motivo, i due si sono accaniti contro il direttore della filiale, che è stato pesantemente malmenato.

L’uomo, infatti, ha dovuto fare ricorso prima alle cure del locale pronto soccorso; poi, è stato accompagnato all’ospedale di San Giovanni Rotondo a causa delle serie lesioni riportate al volto, con fratture all’orbita ed alla mascella che necessiteranno di intervento chirurgico.

Durante la violenta colluttazione, però, uno dei clienti della banca è riuscito a fuggire dall’istituto di credito e a richiedere l’immediato intervento di una pattuglia dei carabinieri che si trovava già in quella zona. I militari sono riusciti a immobilizzare uno dei due giovani a pochi metri dall’ingresso della banca, proprio mentre stava tentando di fuggire.

Tutta l’azione è stata ripresa dalle telecamere del sistema di videosorveglianza dell’istituto bancario. Nel giro di poche decine di minuti, grazie all’immediata diramazione delle ricerche a tutte le forze dell’ordine di Manfredonia, anche l’altro complice è stato fermato ed arrestato dagli agenti di una volante del commissariato cittadino in una stradina in prossimità della stazione degli autobus mentre tentava di guadagnare la fuga disfacendosi della camicia che indossava durante la rapina.

La criminosa trasferta dei due cerignolani, quindi, si conclusa nella casa circondariale di Foggia dove sono stati accompagnati dalle forze di polizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

 

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento