“Aiuto, mi hanno sequestrata per farmi prostituire”, Polstrada sventa rapimento a 'Gargano est'

La donna è stata sequestrata su commissione da un 18enne e un 17enne romeni per essere trasferita nel Bergamasco, dove si sarebbe dovuta prostituire sotto la loro protezione

Polizia Stradale

Era stata sequestrata da due giovanissimi connazionali che di lì a poco l’avrebbero portata nel Bergamasco per costringerla a prostituirsi sotto la loro protezione, ma per sua fortuna la ragazza è stata notata dal personale della sottosezione autostradale di Foggia trincerarsi dietro il bancone consumazioni del bar dell’area di servizio ‘Gargano est’ e chiedere aiuto in evidente stato di agitazione. Quando gli uomini in divisa sono entrati, la 25enne li ha raggiunti di corsa e chiesto loro aiuto raccontando le intenzioni dei due.

A quel punto, con il sostegno di un’altra pattuglia della sottosezione, gli operatori accompagnavano i romeni (sprovvisti di documento) in ufficio per procedere alla loro identificazione e per fare luce sull’accaduto. Prima ancora, Mirabella Dinu, aveva raccontato di essere stata sequestrata poche ore prima a Palo del Colle, dove risiede e si prostituisce volontariamente.

Dichiarazioni che in un secondo momento hanno trovato riscontro nelle parole di uno dei due sequestratori, il 18enne Marian Cocarita, il quale dichiarava che il rapimento gli era stato commissionato da Oane Costantin, padre del suo complice (minorenne), in cambio di 150 euro: “Avevo il compito di accompagnare il figlio di Oane a Palo del Colle per prelevare con forza due ragazze e portarle a Bergamo” ha detto.

Il sequestro era riuscito soltanto con la ragazza nata a Craiova, che però, approfittando di una sosta presso l’area di servizio, riusciva a smarcarsi dalla sorveglianza dei suoi aguzzini e ad attirare l’attenzione delle forze dell’ordine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto, stando all’evidenza dei fatti, i poliziotti della stradale procedevano all’arresto di Cocarita e su disposizione del magistrato del tribunale dei minorenni di Bari, denunciavano in stato di libertà il minore di nazionalità romena. Sono in corso ulteriori indagini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento