"Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

Sul posto è intervenuta una 'Volante' della polizia che ha avviato le indagini del caso. Gli agenti hanno acquisito le immagini delle telecamere presenti in zona che potranno fornire indicazioni utili ad identificare i responsabili

Immagine di repertorio

Una aggressione violenta e gratuita. E' quella avvenuta lo scorso sabato notte, a Foggia, in danno di un ragazzo, 'agganciato' con una banale scusa ("Che ore sono?") e poi scaraventato a terra e picchiato al termine di una serie di provocazioni verbali ("Devi togliere la mascherina quando parli con noi").

Il fatto è avvenuto intorno alla mezzanotte e mezza di sabato, in via Dante, pieno centro cittadino. Il ragazzo, secondo una prima ricostruzione, è stato pedinato da piazza Umberto Giordano dal gruppetto di provocatori, 4 o 5 persone di cui la vittima non ha saputo fornire indicazioni precise. 

Questi ultimi hanno cercato di agganciare il ragazzo con delle domande banali, ma sempre più insistenti, diventate ben presto provocazioni: "Devi toglierti la mascherina quando parli con noi", l'ultima prima della violenza. A quel punto, il malcapitato è stato scaraventato a terra e picchiato.

Sul posto è intervenuta una 'Volante' della polizia che ha avviato le indagini del caso. Escluso il tentativo di rapina. Gli agenti hanno acquisito le immagini delle telecamere presenti in zona che potranno fornire indicazioni utili ad identificare i responsabili. In mattinata verrà formalizzata la denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento