rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Il boss Roberto Sinesi condannato a 12 anni di reclusione

Ai camionisti che si recavano alla Princes veniva imposto il pagamento di una tangente fissa di 50 euro. Oltre a Sinesi sono state emesse altre quattro condanne

A 16 mesi esatti dall’operazione Saturno che all’alba del 17 giugno del 2016 portò all’arresto di sei soggetti per il reato di concorso in estorsione aggravata dal metodo mafioso, questa mattina la seconda sezione penale del Tribunale di Foggia ha emesso la sentenza di condanna nei confronti di Roberto Sinesi classe 1962, ritenuto il capo dell’omonima batteria foggiana, a 12 anni di reclusione. Dieci anni a Cosimo Giardiello classe 1972 e Luigi Speranza classe 1970, 8 anni a Raffaele La Tegola e 5 anni e 6 mesi a Luigi Biscotti.

L’indagine ha fatto emergere l’avvenuta consumazione di numerose estorsioni compiute nei confronti di autotrasportatori che, in occasione della “campagna del pomodoro” agosto-settembre 2015, si recavano per la consegna del prodotto presso il conservificio ‘Princes'. Alle vittime veniva imposto il pagamento di una tangente fissa di 50 euro a camion, con la prospettazione, in caso contrario, di essere esposti a rischi di vario genere correlati al mancato beneficio della protezione mafiosa.

Tangenti per scaricare i pomodori: sei arresti



 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il boss Roberto Sinesi condannato a 12 anni di reclusione

FoggiaToday è in caricamento