Cronaca San Giovanni Rotondo

Malore improvviso porta via Matteo, 'gigante buono' del basket. Al via una raccolta fondi per sostenere la famiglia

Matteo Scaramuzzi, 44enne di San Giovanni Rotondo, lascia una moglie e due figli. Ha giocato a pallacanestro in diverse squadre del Foggiano e, per anni, è stato in prima linea nelle battaglie sindacali dei dipendenti dell'ex Sangalli Vetro. Gli amici: "Ti ameremo sempre"

Matteo Scaramuzzi (foto da FB)

Addio a Matteo Scaramuzzi, 44enne di San Giovanni Rotondo. Un malore improvviso ha strappato l’uomo all'amore di sua moglie, dei suoi figli, dell'amata sorella Rosa, dei genitori e dei tanti amici che hanno beneficiato della sua conoscenza.

“A vederlo con quella sua statura imponente, Matteo metteva quasi soggezione”, ricordano gli amici di sempre. “Era alto più di 2 metri e 2 cm. Ma era un gigante buono”. Ha giocato a pallacanestro in diverse squadre della Provincia di Foggia (Virtus Mandredonia, Fortitudo San Severo e Frassati Basket San Giovanni Rotondo).

Dopo il ritiro dall'agonismo - la vita matrimoniale con l'amata Anna, e poi la nascita dei figli Beatrice e Daniele (che adesso hanno 10 e 5 anni) - aveva iniziato a mettere la sua esperienza al servizio dei piccoli giocatori di pallacanestro, sia come istruttore che come dirigente, sempre per la Frassati Basket San Giovanni Rotondo.

In favore della famiglia, gli amici del basket hanno avviato una raccolta fondi sulla piattaforma Gofundme che, nel giro di 20 ore ha già raccolto più di 2mila euro. “Questa raccolta fondi - spiegano i promotori - nasce con due obiettivi: sostenere la sua famiglia in questo momento difficile; manifestare affetto, stima e riconoscenza nei confronti di una persona molto generosa che non si è mai tirata indietro quando si trattava di aiutare gli altri”. 

Anche a lavoro, come nella famiglia e nello sport, Matteo non si è mai risparmiato, sostenendo tanti anni di battaglie sindacali in fabbrica (era dipendente della Sisecam, ex Sangalli Vetro), per difendere il diritto al lavoro di tanti. “Sempre corretto, mite, educato e divertente. Ciao Matteo, gigante buono, ti ameremo e ti ricorderemo sempre".

Matteo Scaramuzzi Basket2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore improvviso porta via Matteo, 'gigante buono' del basket. Al via una raccolta fondi per sostenere la famiglia

FoggiaToday è in caricamento