Tornano finalmente a casa i quattro gemellini di Foggia. Mamma Maria Laura: "Una mano ciascuno e ce la faremo"

Si chianano Maria Francesca, Luigi, Antonio e Nicole e sono nati a Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. La gioia, dopo la paura, di mamma Maria Laura e papà Michele

I genitori e i quattro gemellini

Come riporta il profilo Facebook di Casa Sollievo della Sofferenza "dopo due mesi e 3 giorni di ricovero in Terapia Intensiva Neonatale, i quattro gemelli – Maria Francesca, Luigi, Antonio e Nicole – oggi pomeriggio torneranno finalmente a casa a Foggia, con mamma Maria Laura e papà Michele. I giorni difficili, pieni di paure e di ansie, sono ormai alle spalle".

"I quattro piccoli, nati presso l'ospedale di Padre Pio, dopo il “trasferimento in utero” (modalità protetta) di Maria Laura dall’ospedale di Foggia, pesavano dai 900 ai 1.200 grammi. Oggi pesano più di due chili tutti e quattro, sono in buone condizioni di salute e possono finalmente lasciare l’ospedale.

"Sono stati giorni difficili – ha detto papà Michele – non possiamo negare di aver avuto paura, la Terapia Intensiva è un reparto delicato. Qui siamo stati accolti bene sin dall’inizio. Volevo ringraziare il primario e tutto lo staff del reparto che si sono presi cura dei nostri figli come se fossero i loro".

Felicissima mamma Maria Laura, «i nostri figli sono una gioia immensa, non vediamo l’ora di essere a casa tutti e sei. Ci siamo già organizzati con i nonni e gli zii. Una mano ciascuno e ce la faremo".

"Voglio complimentarmi innanzitutto con i genitori – ha sottolineato Pier Paolo Cristalli, direttore dell’Unità di Neonatologia-TIN di Casa Sollievo –. Sono stati molto presenti, attenti e hanno affrontato questa lunga degenza in Terapia Intensiva con un incredibile ottimismo e forza di volontà. Mi sento di ringraziare anche tutta l’equipe della Neonatologia-TIN che dirigo, perché sono stati tutti molto professionali, in particolar modo le infermiere che con le loro meticolose attenzioni rendono possibile questi risultati". "

"Di nuovo congratulazioni a Maria Laura e Michele. Noi ci saremo sempre, ma adesso tocca a voi. E alle nonne. Ai nonni. Alle zie. Agli zii. E a chiunque voglia dar loro una mano. Fatevi sotto!" concludono da Casa Sollievo della Sofferenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento