Cronaca Lucera

Da Lucera a Foggia, mamma che puzza! Tutolo: “Ci riprenderemo l’aria venduta”

Il sindaco di Lucera invita i cittadini a unirsi nella battaglia contro l'odore prodotto dalla Bio Ecoagrim di Lucera. Rosa Barone: "Ci attiveremo per presentare un nuovo esposto"

Ora la questione si fa seria. Il sindaco di Lucera e il consigliere regionale dei cinquestelle Rosa Barone sono determinati a spazzar via la puzza prodotta dalla Bio Ecoagrim. I toni utilizzati dal primo cittadino sul suo profilo Facebook rendono bene l’idea di come la situazione non sia più sostenibile e il rapporto tra i lucerini (ma anche i foggiani) e l’azienda di Montagano siano pessimi: “Il mio parere favorevole non ci sarà mai perché nel territorio che mi onoro di rappresentare chi è sottoposto a sequestro dalla Direzione Distrettuale Antimafia per aver inquinato il territorio che rappresento non lo voglio. Noi stendiamo il tappeto rosso agli imprenditori seri”.

Scrive ancora Tutolo: “Quando Montagano afferma che con il nuovo stabilimento elimina la puzza, mente sia lui che i suoi lacchè a pagamento. Vuole fare un altro impianto lasciando aperto quello vecchio. Amplificando ancor di più il problema. Lo dicono i documenti non io. Dovere di informazione”.

Il sindaco della città federiciana - che nell'agosto 2011 aveva digiunato per protesta - invita i cittadini a compilare una scheda. Questa: "Io sottoscritto/a (nome e cognome), residente in Lucera alla Via (nome delle Via) n, (numero civico), segnalo che oggi, 15 luglio 2015, dalle ore 21:30 (o altro orario) ho avvertito un'intensa emissione odorigena nauseabonda, tale da provocarmi (disagio, malore, vomito...) e costringermi a rinchiudermi in casa con le finestre chiuse. Non è la prima volta, e sono oramai stufo/a di sopportare questa continua violenza. Chiedo che le Autorità competenti intervengano immediatamente per porre fine a questa vergogna)" e ad inviarla ai seguenti indirizzi: ds@arpa.puglia.it, prefetto.pref_foggia@interno.it, procura.foggia@giustizia.it, noebacdo@carabinieri.it, comunicazione@provincia.foggia.it.

E conclude: “A questo signore e a chi lo ha fatto insediare non frega nulla di Lucera e dei lucerini. Anche l'aria si sono venduti ma giuro che ce la riprenderemo. Dappertutto lo avevano cacciato solo qui è stato accolto a braccia aperte”

Tutolo – che già un anno fa presentò un esposto per attivare la magistratura ad indagare sulle emissioni odorifere percepite nel periodo estivo - ha incassato la solidarietà del consigliere regionale dei cinquestelle, Rosa Barone, con la quale ha discusso dell’amara vicenda, che non sembra trovare fine e che scatena nell'opinione pubblica dei cittadini dei comuni di Lucera e Foggia, un grande disappunto.

Queste le parole dell’esponente dei cinquestelle: “Ringrazio il sindaco Antonio Tutolo per la sua disponibilità nell'avermi cordialmente ricevuto insieme ad una piccola delegazione di attivisti del M5s di Lucera e di Foggia. Il quadro prospettato dal primo cittadino lucerino è pieno di nodi ancora da sciogliere e di indagini che stentano ad andare avanti ma che presto riattiveremo con un nuovo esposto da presentare nelle sedi competenti, alla luce anche di una nuova relazione da parte dell'Arpa e di una diffida da parte della Provincia di Foggia, di cui Tutolo è anche delegato provinciale per l'ambiente”.

Prosegue la consigliera pentastellata: "Intraprenderò anche la via parlamentare attraverso i portavoce pugliesi del Movimento cinque stelle, con i quali mi tengo costantemente in contatto, affinché sia dato conto anche a Roma di una vicenda che oramai pesa da troppi anni sul nostro territorio, che muove l'opinione pubblica e che incide sulla qualità della vita dei cittadini di capitanata."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Lucera a Foggia, mamma che puzza! Tutolo: “Ci riprenderemo l’aria venduta”
FoggiaToday è in caricamento