Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Capitanata torna 'arancione' a metà, scatta la protesta dei ristoratori: "Il Prefetto ci ascolti!"

L'ordinanza di oggi, che riporta gran parte della Puglia e della Capitanata nella fascia di rischio Covid 'arancione', molte attività si ritroveranno a dover fare i conti con una chiusura imposta ma non preventivata, con personale riassunto (ma a vuoto) e con dispense e magazzini di merce destinata al macero

 

La Capitanata torna 'arancione' a metà, scatta il malcontento dei ristoratori. In serata, una quarantina di esercenti si sono dati appuntamento ai piedi della prefettura di Foggia, bloccando la strada con cassonetti della spazzatura.

"Non andremo via finchè il prefetto non ci avrà ascoltato", spiegano i manifestanti. Sul tavolo, il perdurare delle difficoltà economiche legate alle restrizioni per le norme anti-Covid. A far scattare la protesta, la doccia gelata costituita dal dietro-front sulla possibile apertura (seppure limitata) dei locali. Con l'ordinanza di quest'oggi, che riporta gran parte della Puglia e della Capitanata nella fascia di rischio 'arancione', infatti, molte attività si ritroveranno a dover fare i conti con una chiusura imposta ma non preventivata, con personale riassunto (ma a vuoto) e con dispense e magazzini di merce destinata al macero.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento