Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Braccianti esasperati, da Foggia a Bari per occupare la Basilica di San Nicola: "Diteci se questa è vita"

Questa mattina i braccianti di Borgo Mezzanone, Foggia, Manfredonia, San Severo, Cerignola e Lucera hanno occupato la Basilica San Nicola di Bari per protestare contro la "ghettizzazione" delle loro vite contro lo sfruttamento lavorativo

 

Questa mattina alle 11 una folta delegazione di lavoratori braccianti della provincia di Foggia hanno occupato simbolicamente la Basilica di Bari. "Un’iniziativa che si inserisce nel più ampio percorso di lotta dei braccianti che vivono nei ghetti del territorio foggiano. Da anni questi uomini e queste donne reclamano soluzioni concrete alla situazione di illegalità in cui sono costretti a lavorare ed a sopravvivere. Una richiesta di rispetto dei diritti per dei contratti regolari di lavoro, per il rilascio dei documenti e l’utilizzo di mezzi sicuri di trasporto, per il riconoscimento di una dignità e del diritto alla casa ed alla tutela della propria salute"

E ancora: "Una lotta contro l’indifferenza della Regione Puglia e del Governo gialloverde che cerca di trasformare una questione sociale in una questione di pubblica sicurezza. Nelle campagne del foggiano si continua con l’attacco alle “baracche”, per radere al suolo i campi dei braccianti senza una soluzione alternativa".

Da troppo tempo si attendono risposte e l'avvio di un tavolo regionale sui temi dell'agricoltura e del bracciantato, si chiedono incontri alle istituzioni regionali, in primis al Presidente Emiliano, ma finora nulla si è concretizzato. Siamo, quindi, costretti a compiere azioni altamente simboliche con l’auspicio di incontrare le autorità ecclesiastiche della città capoluogo.

A guidare la protesta il sindacalista dell'USB Aboubakar Soumahoro, ha incontrato l'arcivescovo di Bari-Bitonto Francesco Cacucci, che ha rassicurato che ne parlerà con gli altri vescovi e con il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. La protesta dovrebbe spostarsi al Consiglio Regionale

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento