rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024

Immigrazione e Pnrr, protestano i braccianti agricoli: 'Campagne in lotta' chiede chiarezza sull'eliminazione dei ghetti

Tornano a protestare i braccianti agricoli supportati da 'Campagne in lotta': chiedono chiarezza su come, i 114 milioni del pnrr per l'eliminazione dei ghetti, verranno effettivamente utilizzati

Non basta più "documenti, case e lavoro". Ora gli immigrati e 'Campagne in lotta' chiedono trasparenza su come si intende utilizzare i fondi pnrr per eliminare i ghetti. 114 milioni destinati alla Capitanata potrebbero bastare per migliorare le condizioni di vita dei braccianti agricoli per la maggior parte africani. Ma i progetti dai comuni interessanti sembrano non prevedere qualcosa che vada oltre le foresterie.

'Campagne in lotta' sostiene che, non tenendo in considerazione di tutti i braccianti stanziali che risiedono sul territorio di Capitanata per tutto l'anno, non si capisce l'urgente bisogno di fornire normali casa ai lavoratori. Creare foresterie significherebbe creare nuovi ghetti e non è quello l'obiettivo dei fondi stanziati.

In più, come sempre, i braccianti extracomunitari rivendicano il diritto di ottenere i documenti necessari per essere assunti dalle aziende, senza i quali si ritrovano continuamente a lavorare a nero. La Prefettura ha ricevuto una delegazione dei manifestanti per accogliere i punti della protesta. 

Video popolari

FoggiaToday è in caricamento