Cronaca

"Ci avete ucciso". Bare di cartone a simboleggiare la morte del lavoro: 70 in Prefettura contro le chiusure

Sono 70 i professionisti - commercianti, ristoratori, partite iva e parrucchieri - in protesta ai piedi della Prefettura. Non si esclude che una loro delegazione possa essere a breve accolta dal prefetto Grassi

La protesta

"Ci avete ucciso". Lo striscione esposto ai piedi della Prefettura di Foggia è eloquente, accompagnato da una bara di cartone a simboleggiare la 'morte' economica di intere categorie.

Ovvero, quella dei commercianti, dei ristoratori, dei parrucchieri e delle partite Iva di Foggia e provincia, messi in ginocchio da oltre un anno di chiusura (salvo brevi concessioni 'a singhiozzo') e oggi in protesta ai piedi della prefettura. In strada sono circa 70 professionisti, ma altri si aggiungono alla spicciolata. La loro richiesta è di essere ascoltati dal Prefetto, Raffaele Grassi, che potrebbe riceverli a breve. Seguono aggiornamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ci avete ucciso". Bare di cartone a simboleggiare la morte del lavoro: 70 in Prefettura contro le chiusure

FoggiaToday è in caricamento