Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La pazienza è finita", bardati e incavolati protestano davanti alla Asl: "Basta ci vuole rispetto, internalizzazioni subito"

Una protesta da parte delle associazioni che svolgono il servizio di 118 in Capitanata, alle quali il 30 giugno scadrà la proroga di contratto.

 

Dopo sei mesi di proroghe da parte di Asl e Regione Puglia, il 30 giugno prossimo, scadrà l'ultima concessa alle associazioni di Capitanata che svolgono il servizio di 118.

Sono dieci le postazioni sparse sul territorio. Ciascuna, secondo i vari contratti, ha o quattro dipendenti full time oppure otto part-time. A questi si aggiungono i volontari che, in caso di mancanza di personale, svolgono lo stesso compito di questi ultimi. 

In occasione di una visita ad Asl Foggia, il presidente Emiliano, avrebbe promesso loro di risolvere questa incresciosa situazione che lascia i dipendenti in un limbo tra lavoro e disoccupazione, ma da quel momento ad oggi, non sarebbe stato fatto nulla di concreto.

Alcuni di loro minacciano di incatenarsi ai cancelli della sede di Asl se non verranno prese delle decisioni al più presto. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento