Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Via Monte Sabotino

Scappa dal coinquilino-sfruttatore e denuncia tutto alla polizia: fine di un incubo per una 22enne

E' la triste storia che una donna di nazionalità rumena, di 22 anni, ha raccontato agli agenti di polizia, in via Monte Sabotino, al 'Quartiere Ferrovia'

Alla vista di due pattuglie della Sezione Volanti ha preso coraggio e, tra le lacrime, ha chiesto aiuto, denunciando una serie di violenze ed angherie subite dal suo coinquilino. E' la triste storia che una giovane donna di nazionalità rumena, di 22 anni, ha raccontato agli agenti  di polizia ieri pomeriggio, in via Monte Sabotino, al 'Quartiere Ferrovia'. A crearle un continuo stato di ansia e paura, per le sue condotte violente, era un suo connazionale, di 26 anni, con il quale la stessa condivideva un appartamento nel centro di Ordona.

LEGGI | Racconta la sua storia ad un 'cliente': salvata prostituta 16enne

Da quell'appartamento, la donna era appena fuggita, stanca delle continue angherie dell'uomo, che pretendeva denaro dalla sua attività di meretricio. Ma al rifiuto della donna, lo stesso ha iniziato a picchiarla, sottraendole il documento d'identità. Una volta raccolta la denuncia, sono partite le indagini della polizia.

Gli agenti hanno rintracciato il 26enne che, poco dopo, si è presentato in questura, dove è stato denunciato per maltrattamenti e sfruttamento della prostituzione. La donna, invece, è stata affidata ad una struttura protetta in provincia in provincia di Foggia.

L'attività è stata messa a segno grazie ad uno dei periodici servizi a largo raggio disposti dalla polizia, in varie zone della città, e in particolare nel Quartiere Ferrovia (già da tempo monitorato dalla polizia, insieme alle altre forze dell'ordine), dove da tempo ormai di verificano numerosi episodi di illegalità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scappa dal coinquilino-sfruttatore e denuncia tutto alla polizia: fine di un incubo per una 22enne
FoggiaToday è in caricamento