Allarme prostituzione a Foggia: blitz dei carabinieri, sanzionati 6 clienti

Identificate 40 giovani donne di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Sanzionati anche sei "clienti" tra studenti, operai e professionisti. In via Bari due donne sono state trovate praticamente quasi nude e denunciate

Un week end lungo, che ha abbracciato anche la festività di Tutti i Santi. Questa volta, l’ormai consueto servizio di controllo straordinario del territorio predisposto in tutti i centri del Foggiano dai militari dell’Arma ha seguito delle direttive precise. Definire gli obiettivi, per massimizzare il risultato, si direbbe per semplificare.

Almeno per quanto riguarda la città capoluogo dove l’azione è stata indirizzata principalmente contro gli illeciti legati alla prostituzione in strada. Un fenomeno che si consuma sotto gli occhi di tutti e che si sta ripresentando in modo significativo in città, così come testimoniano le numerose segnalazioni che arrivano al 112 direttamente dai cittadini.

Segnalazioni che riguardano le principali arterie urbane, come viale XXIV Maggio (il viale della Stazione), via Sprecacenere (proprio nella curva a ridosso del Cimitero), via Bari o via Galliani. Per questo è stato necessario intensificare i controlli, in ottemperanza all’ordinanza n. 86 del 2 ottobre 2012 del Sindaco di Foggia, che prevede una sanzione (da 100 a 500 euro) da comminare sia alle persone dedite alla prostituzione che ai potenziali clienti o avventori.

Il fine dichiarato, quindi, è quello di contrastare un fenomeno che in alcune aree della città desta preoccupazione e allarme in termini di sicurezza e degrado sociale, un fenomeno che pregiudica la qualità della vita di molti cittadini. L'attività (che ha visto impegnate risorse importantissime coordinate dalla centrale operativa di Via Alfredo Guglielmi) è terminata con l’identificazione di 40 giovani donne, tutte di nazionalità bulgara o romena, di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Di queste 24 sono state proposte per il foglio di via obbligatorio, 4 sono state espulse mediante accompagnamento alla frontiera e 5 sono state denuncia in stato di libertà.

Altre due donne sono state trovate praticamente nude in via Bari (sotto un trench indossavano solo il reggiseno) e sono state, quindi, denunciate per atti contrari alla pubblica decenza. Tutte le altre, invece, sono state accompagnate all'Ufficio Immigrazione della questura di Foggia dopo essere state denunciate in stato di libertà per violazione della normativa sul soggiorno in Italia.

Decisamente variegato, invece, il “parco clienti” che annovera studenti e operai accanto a professionisti più in là con gli anni. Di questi, sei sono stati sanzionati in osservanza dell’ordinanza comunale vigente. “Si tratta di un fenomeno grave e che va monitorato nel tempo, con costanza”, ha spiegato il colonnello Antonio Basilicata, assicurando che l’attività dei militari continuerà anche nelle prossime settimane, non solo nell’azione di contrasto ma anche e soprattutto in quella di prevenzione del fenomeno.

Parallelamente a questa attività, i militari hanno portato a termine anche un servizio di più ampio respiro, finalizzato al contrasto e alla prevenzione dei fenomeni criminali nella Provincia. Complessivamente, sono 6 gli arresti eseguiti (di cui 4 in flagranza di reato) e 18 le persone denunciate in stato di libertà.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attività dei carabinieri ha portato riscontri significativi soprattutto sul piano della sicurezza generale. A “parlare”, anche questa volta, sono i numeri: 831 persone identificate e 552 veicoli controllati; 112 perquisizione effettuate, di cui 79 personali, 29 veicolari e 4 domiciliari. Da non tralasciare, le consuete attività di sicurezza stradale: dai controlli risultano, infatti, essere state accertate ben 171 contravvenzioni in violazione al codice della strada delle quali 98 per il mancato uso del casco, 6 alle leggi speciali, 29 auto e ciclomotori sequestrati e 20 documenti di circolazione ritirati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento