Dal gruppo "Difendiamo il Quartiere Ferrovia" nove proposte per risollevare la zona

A rendere invivibile la zona, la prostituzione sfrontata, il commercio e spaccio di superalcolici e sostanze psicotrope, violenze in stato di ubriachezza e molestie ai residenti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Nove proposte per salvare il 'Quartiere Ferrovia' dall'abbandono e dal degrado. E' quello stilato dal gruppo 'Difendiamo il Quartiere Ferrovia', attiva da diversi mesi sul social network Facebook per segnalare lo stato di inciviltà e malessere che si è venuto a creare in quella zona della città.

"Quello che un tempo era il salotto di Foggia, oggi si è ridotto a livello di agglomerato multirazziale e multietnico", scrivono. "Il tutto è dovuto alla presenza massiccia di extracomunitari che bivaccano o risiedono nella più completa inosservanza delle regole, benché minime, di un convivere civile e, purtroppo, senza che intervenga chi di dovere per porre freno al dilagare di meretricio (dinnanzi ad una Chiesa, per giunta), commercio e spaccio di superalcolici e sostanze psicotrope, violenze in stato di ubriachezza e molestie ai cittadini".

"Senza parlare del disagio creato nei confronti dei commercianti italiani, spariti dal quartiere a causa della forte tassazione, e sostituiti da esercizi di extracomunitari, tra l'altro molto spesso privi di licenze, avvantaggiati dalla minore pressione fiscale che grava su di loro. Noi non siamo contrari all'accoglienza ma chiediamo, anzi pretendiamo, che chi viene accolto con il senso di fratellanza rispetti le regole del vivere civile della popolazione che li accoglie. Purtroppo accade il contrario ed il fenomeno peggiora di giorno in giorno".

"Oramai - continuano - al rione Ferrovia si vive nel timore di essere aggrediti da gruppi di ubriachi che arrivano ad infastidire le donne e a soddisfare ai loro bisogni corporali agli angoli delle strade: quotidianamente leggiamo di persone rapinate o aggredite in zona. La pagina Facebook utilizza FoggiaToday, ben conoscendo la sua sensibilità ai problemi della collettività, affinché tutti possano essere testimoni del disagio derivante dalla situazione descritta promuovendo ogni iniziativa atta a far cessare questo stato di cose che il Consiglio comunale di Foggia non può più far finta di non conoscere e che, perdurando, può portare a manifestazioni di violenza e di autodifesa da parte dei cittadini abbandonati alla loro sorte ed ormai stanchi di vivere in regime di coprifuoco".

Difendiamo il Quartiere Ferrovia, in questo articolo rivolto agli utenti di FoggiaToday, sostiene sostanzialmente nove proposte per risollevare le sorti della zona.

a) La creazione di un piano del commercio efficiente: la liberalizzazione del mercato ha portato solo danni all'interno del Quartiere Ferrovia: infatti mentre le attività italiane chiudono, quelle straniere spuntano come funghi;

b) un'ordinanza sulla vendita di bevande alcoliche e superalcoliche in relazione agli orari;

c) una serie di controlli a cadenza regolare sulle licenze e sulle condizioni igieniche delle attività aperte dagli extracomunitari;

d) assicurarsi che i pagamenti tra il negoziante ed il locatore avvengano regolarmente secondo i principi finanziari;

e) un controllo quotidiano del sistema di videosorveglianza pubblica già installato, per favorire l'incolumità dei residenti e l'identificazione dei soggetti aggressivi;

f) un maggior controllo del quartiere da parte delle forze dell'ordine;

g) un'ordinanza volta a punire la prostituzione: è inaccettabile che davanti ad una Chiesa decine di prostitute cerchino di adescare le persone (quasi sempre anziani);

h) intervento delle forze dell'ordine in caso di pedinamenti;

i) operazione strade sicure: maggiore collaborazione tra forze dell'ordine e residenti.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento