rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Rione dei Preti / Via Pasquale Fuiani

Auto sfonda il muro di Lettere, dalle macerie 'spunta' una striscia verde. "Buttiamolo giù e abbelliamo l'area"

L'idea lanciata dal presidente del circolo Francesco Marcone, Raffaele Vescera, al rettore UniFg Pierpaolo Limone: "abbattere tutto il muro per rendere più bello e dignitoso quel tratto di strada"

Auto si schianta contro il muro del dipartimento di Studi Umanistici UniFg e oltre le macerie 'spunta' una striscia verde. Una 'novità' che è stata positivamente notata dal presidente del circolo Francesco Marcone, Raffaele Vescera, che lancia la proposta: abbattere tutto il muro per rendere più bello e dignitoso quel tratto di strada.

L'idea è stata sottoposta al rettore UniFg, Pierpaolo Limone, in una lettera aperta. "Sabato notte un’auto è andata a impattare contro il muro che, su via Fuiani, delimita il dipartimento di Studi Umanistici. Nell’urto, una parte di muro è venuta giù aprendo uno squarcio ai più sconosciuto. È apparsa infatti una striscia di verde che, senza quel muro, renderebbe più bello e dignitoso quel tratto di strada che costeggia il centro storico e che oggi, invece, a causa di quel muro, ha le apparenze di un’inelegante strada di periferia", si legge.

"Certo, il muro delimita una proprietà privata, ma questa resterebbe in ogni caso garantita dalle evidenze catastali e, per renderne consapevoli i cittadini o altro, basterebbero delle semplici piastrelle di marmo inserite nel marciapiede con la scritta 'Proprietà Privata', e non servirebbe necessariamente un muro."

"Considerando poi che la proprietà è di una istituzione culturale come l'Università, e considerando anche che il parametro 'cultura' è uno di quelli che affossano la nostra città, rendendola penultima nella classifica di vivibilità, dovremmo trovarci di fronte ad una occasione per fare cultura a partire da quelle che solo in apparenza sono piccole cose. Si parla tanto di educare al bello come fatto che sta alla base della dimensione culturale di una civiltà. E non si può quindi tenere nascosto il bello di fabbricati di buon pregio storico e architettonico, per di più recentemente restaurati, nascondendoli dietro un antiestetico muro".

"Inoltre, in questi anni si è instaurato un ottimo rapporto tra la città e l’Università, con la prima che ha reso disponibili diversi fabbricati storici all’Università, e con questa che li ha valorizzati trasformandoli in valore aggiunto per la città. Sarebbe quindi il momento giusto per ‘restituire’ qualcosa alla città come quella strisciolina di terra che per via Fuiani significherebbe assumere un aspetto più consono all’importanza che la via riveste, facilitando il transito pedonale e valorizzando nel contempo gli edifici storici ora universitari che la fiancheggiano, diventando una significativa ed apprezzabile porta d’ingresso all’antica Foggia. Che ne dice, Magnifico Rettore - conclude la missiva - ce lo facciamo un pensierino? La città sicuramente lo apprezzerà".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto sfonda il muro di Lettere, dalle macerie 'spunta' una striscia verde. "Buttiamolo giù e abbelliamo l'area"

FoggiaToday è in caricamento