Cronaca Torremaggiore

Pronto Soccorso a metà, beffata Torremaggiore: medico presente solo dalle 8 alle 20

Questa sera incontro tra i capigruppo e il sindaco Monteleone sulla decisione dell'Asl di Foggia di ridurre l'orario di presenza del medico presso il Punto di Primo Intervento della città dell'Alta Tavoliere

Dalle 8 di mattina alle 20 di sera, presso il Pronto Soccorso di Torremaggiore il medico sarà presente per 12 ore e non più 24. Questa la decisione comunicata dall’Asl di Foggia con una nota del 25 luglio e pervenuta al Comune di Torremaggiore giorno 28. “Un forte e serie disagio per la cura e l’assistenza della popolazione e dei comuni vicini” ha evidenziato con stupore e disappunto il sindaco della città dell’Alto Tavoliere. Analoga situazione a San Marco in Lamis.

Sulla riduzione dell’orario del Punto di Primo Intervento, il Movimento Schittulli locale sottolinea come “ancora una volta Torremaggiore paga per una poca accurata gestione della Sanità. Sono anni che il problema della carenza di medici del Servizio Emergenza-Urgenza è nota a tutti”.

Proseguono gli schittulliani: “A questo punto, nella fascia notturna, gli utenti potrebbero trovarsi nella necessità di doversi recare al Pronto Soccorso di San Severo con un inevitabile allungamento dei tempi di attesa, con ulteriore disagio per i cittadini e per gli operatori del nosocomio sanseverese”.

Il PPI di Torremaggiore nel 2015 ha registrato quasi 7mila accessi. Il Movimento Schittulli attraverso il suo capogruppo in Consiglio comunale, la dott.ssa Anna Lamedica, ha proposto un incontro con tutti i capigruppo e con il sindaco che si terrà questa sera presso Palazzo di Città, al fine di ottenere il ripristino del servizio H24 del personale medico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronto Soccorso a metà, beffata Torremaggiore: medico presente solo dalle 8 alle 20

FoggiaToday è in caricamento