Progetto Moldaunia, Lommano: "Realizzare il sogno di staccarsi da Bari"

Il presidente della Lega Sannita appoggia la nascita del comitato che promuove l'annessione della Capitanata al Molise. "Troppi interessi, uniscono le due realtà"

Lorenzo Lommano

"E' il momento storico per realizzare il sogno tanto agognato dal popolo della Daunia, che finalmente potrà staccarsi da Bari ed aggregarsi al Molise per costituire la nuova Regione Sannio dove una parte dei cittadini della capitanata, potranno finalmente tornare ad essere padroni del loro territorio. E' naturale ed ovvio, che a decidere dovranno essere solo ed esclusivamente i cittadini dei comuni interessati e non i professionisti del politichese, dovranno deciderlo loro, i cittadini, con un referendum che gli consenta e gli permetta di poter vivere da protagonisti e non più come ruota di scorta di Lecce o di Bari".

Così Lorenzo Lommano leader della Lega Sannita da sempre fautore dell'aggregazione politica, territoriale, economica e sociale della Daunia nel Molise e costituire, unitamente alle provincie di Benevento ed Avellino, la Regione Sannio.

Ho appreso con grande interesse e soddisfazione - ha continuato Lommano - la nascita del Comitato "Daunia chiama Molise" e la elezione di Luigi Inneo come presidente, consapevole che la lotta ormai iniziata porterà sicuramente i comuni promotori di questo progetto a realizzare il loro sogno di adesione e fusione al Molise, a questa Regione Molise che, allo stato attuale, ha urgente bisogno di allargare i propri confini territoriasli per non perdere la propria autonomia.

Troppi interessi - ha proseguito Lommano - uniscono le due realtà a cominciare dai confini territoriali, a cominciare dall'acqua che il Molise cede alla Capitanata, dall'identica identità, a cominciare dai tanti cittadini che preferiscono Campobasso che dista pochi chilometri a Bari. Naturalmente - ha concluso Lommano - adesso il Comitato "Daunia chiama Molise" deve creare le condizioni, magari anche sbattendo i pugni, affinchè quella incapace ed irriguardosa amministrazione provinciale di Foggia che costa milioni edi euri ai cittadini, rispetti la Costituzione e consenta a questi comuni di scegliersi liberamente il proprio destino, nella certezza che troveranno sempre al loro fianco la Lega Sannita, l'unico movimento che si schiererà sempre al fianco dei Dauni e della Daunia.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento