menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sentenza processo Isola

Sentenza processo Isola

Processo Isola: per 8 imputati condanne dai 5 ai 16 anni di reclusione

Le indagini condotte dai carabinieri di Vico del Gargano, e coordinate dal dott. GATTI, sono culminate nel blitz del 22 ottobre 2010 nel corso del quale sono stati tratti in arresto 25 soggetti

La Procura Distrettuale Antimafia di Bari ha registrato un altro importante successo con il processo “ISOLA” nel cui ambito, il 18 novembre 2011, presso il Tribunale di Bari, è stata emessa la sentenza nei confronti di 8 imputati che avevano optato per il rito abbreviato.

Il G.U.P. ha concordato appieno con le richieste avanzate dal P.M., Sost. Proc. Dott. GATTI Giuseppe, infliggendo pesanti condanne che vanno dai 5 ai 16 anni di reclusione nei confronti degli imputati (Bocale Giovanni 13 anni e 10 mesi – Criscuoli Nicola 5 anni – De Noia Rocco Matteo 6 anni e 10 mesi – Di Maggio Costantino 7 anni – Paduanello Matteo 16 anni e 2 mesi – Paduanello Santo Giovanni 16 anni e 8 mesi – Zaffarano Michele 8 anni e 2 mesi - Fiorentino Andrea 8 mesi, con interdizione perpetua dai pubblici uffici di tutti gli imputati, ad eccezione di Fiorentino Andrea).

La sentenza assume un importante significato, perché rappresenta un ulteriore passo avanti nella dura lotta alla criminalità garganica intrapresa ormai da tempo dalla D.D.A. del capoluogo pugliese, e nonostante i duri colpi inflitti ai clan operanti nei comuni di Monte Sant’Angelo, Sannicandro e Cagnano Varano, tra cui si annoverano sodalizi storici, ormai disarticolati, quali i Ciavarella, i Tarantino, i li Bergolis e gli Alfieri, continua comunque ad indagare e stroncare sul nascere i nuovi gruppi delinquenziali che hanno cercato di acquisire il controllo delle lucrose attività illecite.

Le indagini si sono concentrate proprio sui nuovi gruppi delinquenziali, che in poco tempo sono riusciti ad organizzarsi ed a formare delle solide organizzazioni criminali dedite allo spaccio di ingenti quantitativi di stupefacente, attività illecita che rappresenta il primo passo per il nascere di associazioni di grosso spessore criminale, finalizzate alla commissione di molteplici attività delittuose, al controllo del territorio e delle attività economiche in esso operanti.

Le indagini condotte dalla Compagnia Carabinieri di Vico del Gargano, e coordinate dal dott. GATTI, sono culminate nel blitz del 22 ottobre 2010 nel corso del quale sono stati tratti in arresto 25 soggetti con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti ed hanno evidenziato l’esistenza di una solida organizzazione dedita al traffico di stupefacenti, prevalentemente cocaina, eroina ed hashish, operante principalmente nei comuni di Vico del Gargano, Ischitella e Cagnano Varano, con base logistica presso un noto camping sito in località Foce Varano.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento