Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Giustizia per Donato". Lo striscione in Tribunale e lo strazio dei genitori: "Chi sa ci aiuti in questa battaglia"

I genitori del giovane morto dopo una rissa in ospedale e 7 mesi di agonia in ospedale: “Non è facile sopperire all’assenza di un figlio, che esce di casa e non torna più. Chiediamo una giusta giustizia, per dare pace a Donato e a noi stessi. E affinché queste cose non accadano più”

 

Uno striscione e decine di magliette bianche in Tribunale a Foggia. Riportano tutte lo stesso messaggio: “Giustizia per Donato”. E’ il piccolo corteo che, questa mattina, ha supportato la famiglia Monopoli nell’inizio del percorso giudiziario che farà luce sulla dinamica e sulle eventuali responsabilità relative alla morte di Donato Monopoli, 25enne di Cerignola morto dopo una rissa in discoteca e 7 mesi di agonia, in ospedale.

“Non è facile sopperire all’assenza di un figlio, che esce di casa e non torna più”, spiega il padre di Donato. “E’ questa la nostra sofferenza giorno dopo giorno”. Attorno a loro, in questi anni, si è creata una numerosa e spontanea community di sostegno: “Vuol dire che Donato si era fatto voler bene da tutti e questo ci da’ forza. Il nostro appello è a chi ha visto qualcosa, a chi sa qualcosa: si faccia avanti, ci aiuti in questa battaglia e ci dia le forze per andare avanti. Chiediamo una giusta giustizia, per dare pace a Donato e a noi stessi. E affinché queste cose non accadano più” | IL VIDEO

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento