rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Orta Nova

Omicidio Filomena Bruno, chieste nuove perizie tecniche e criminologiche

Le eventuali repliche a tali richieste sono state rinviate alla prossima udienza, fissata all’8 luglio; dopodiché la Corte d'Assise, presieduta da Mario Talani, si esprimerà sul punto

Alle battute finali il processo a carico di Cristoforo Aghilar, imputato reo confesso dell'omicidio di Filomena Bruno, 56enne di Orta Nova, colpita con almeno 6 coltellate, sul pianerottolo della sua abitazione, nel pomeriggio del 28 ottobre 2019.

Come già anticipato da FoggiaToday, nell’udienza di ieri è stato ascoltato, come ultimo teste della difesa (avvocato Marco Merlicco), un legale esperto in balistica, in relazione all’uso e alla funzionalità dell’arma impugnata dall’imputato all’interno del bar 'Number One', dove alcuni giorni prima del fatto di sangue minacciò, arma in pugno, Filomena Bruno e altri familiari.

Il consulente ha presentato un elaborato tecnico sull’arma, sostenendo che la stessa fosse, di fatto, inutilizzabile in quanto molto vecchia e non funzionante. L’esperto di balistica ha risposto anche alle domande del legale della famiglia Bruno (avvocato Michele Sodrio), che ha fatto riferimento alle immagini della videosorveglianza del bar, nelle quali si vede Aghilar premere più volte il grilletto e scarrellare la pistola con tanto di fumo fuoriuscito dalla canna. La stessa contestazione fu mossa dal procuratore aggiunto Antonio Laronga in fase di esame dell'imputato (qui i dettagli).

In chiusura di udienza, l’avvocato Merlicco ha avanzato tre differenti richieste di integrazione dei mezzi di prova: una di tipo tecnico, una perizia sulla pistola; una di tipo medico-legale, relativa alle ferite sul corpo della vittima; l’ultima di tipo criminologico, relativo al coltello utilizzato per commettere l’omicidio. Le eventuali repliche a tali richieste, da parte sia della pubblica accusa (pm Rosa Pensa) che del patrone di parte civile, sono state rinviate alla prossima udienza, fissata all’8 luglio; dopodiché la Corte d'Assise, presieduta da Mario Talani, scioglierà la riserva.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Filomena Bruno, chieste nuove perizie tecniche e criminologiche

FoggiaToday è in caricamento