menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Pericolosa miccia e illazioni!". Miglio sull'incendio auto di una dipendente comunale: "Non c'entra con i buoni spesa"

La precisazione del sindaco Miglio: "Notizie improvvide e infondate pubblicate sui social da una consigliere comunale. La dipendente della società non si occupa dell’erogazione dei buoni spesa o della concessione dei pacchi alimentari"

Brucia l'auto di una dipendente del Comune di San Severo, l'intera amministrazione si stringe attorno alla donna e fa scudo contro "improvvide notizie apparse sui social",

“Esprimo a titolo personale e di tutta l'amministrazione, la solidarietà ad una apprezzata e valente collaboratrice dell’ufficio di piano del Comune di San Severo", spiega il sindaco Francesco Miglio. "Anche il prefetto Raffaele Grassi, nelle ore immediatamente successive all’accaduto e con la opportuna delicatezza che si usa avere in questi casi, ha voluto portare personalmente la propria testimonianza di solidarietà, annunciando nel contempo la convocazione del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica per la prossima settimana".

"In ordine ad alcune notizie improvvide, infondate e basate sul nulla pubblicate sui social da una consigliere comunale - ribatte il primo cittadino - intendo ribadire che la medesima dipendente della società non si occupa dell’erogazione dei buoni spesa o della concessione dei pacchi alimentari, ma, conservando la postazione lavorativa presso l’ufficio di piano - sede diversa da quella degli uffici delle Politiche Sociali, direttamente interessata alle varie fasi dell’erogazione - si limita al mero inserimento nel sistema informatico dei dati acquisiti da altri dipendenti".

"Nel momento così delicato che stiamo tutti vivendo, le affermazioni rese dalla consigliere comunale risultano a nostro sommesso, ma fermo avviso di pari gravità al gesto doloso dell’altra notte: si tratta di un’altra pericolosa miccia accesa nella polveriera sociale italiana - e sanseverese in particolare - e su cui ci riserviamo di sentire il parere dell’ufficio legale del Comune di San Severo per ogni successiva determinazione. L'amministrazione comunale stigmatizza e censura l’esternazione dell'esponente politica, che risulta deprecabile in una fase difficile come questa e si duole del fatto che la bieca strumentalizzazione politica abbia ancora una volta avuto il sopravvento sui sentimenti di umana solidarietà e di vicinanza a chi – comando di polizia locale e servizi sociali - sta svolgendo un ruolo delicato, con abnegazione e massima trasparenza".

"Nel ribadire tutta la nostra solidarietà - conclude il primo cittadino - vogliamo sottolineare pubblicamente che nel corso della sua lunga esperienza lavorativa, quale dipendente della società di servizi, il Comune di San Severo ha da sempre, con le varie amministrazioni che si sono succedute, apprezzato le qualità umane e la notevole capacità professionale della lavoratrice, sempre puntuale e precisa nell’adempimento dei compiti e delle istruttorie a lei assegnate. A lei ed alla sua famiglia l’abbraccio affettuoso del Comune di San Severo e della civica amministrazione”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento