Nascondeva una pistola nell’ovile e un furgone rubato nella stalla: arrestato

Vincenzo Dicanosa è stato arrestato nel corso di una serie di un’operazione effettuata dalla Compagnia di Cerignola. All’operazione hanno collaborato anche i ‘Cacciatori di Calabria’

È di un arresto e una denuncia il bilancio dell’operazione effettuata dalla Compagnia di Cerignola – con il coordinamento del Comando Provinciale di Foggia – nella giornata di mercoledì scorso. A finire in manette Vincenzo Dicanosa, trentenne cerignolano; deferito anche in stato di libertà l’omonimo cugino.

L’operazione ha visto per la prima volta il coinvolgimento dello Squadrone Eliportato “Cacciatori di Calabria”, distaccati, come è noto, sul Gargano in seguito ai gravi fatti di sangue del mese scorso. Ed è anche grazie al loco contributo che in località “tavoletta”, nel comune ofantino, i militari hanno rinvenuto una pistola calibro 22, con matricola abrasa, perfettamente manutenuta, con inserito un caricatore di 6 cartucce e ulteriori 34 munizioni del medesimo calibro. 

L’arma è stata trovata avvolta nel cellophane e custodita all’interno di una busta, nascosta in una grondaia dell’ovile della masseria appartenente alla famiglia Dicanosa. Un nascondiglio insolito, scelto da Dicanosa nella (errata) convinzione che i carabinieri non avrebbero mai perquisito l’ovile. Idea puntualmente sconfessata dai militari che dopo il rinvenimento, hanno tratto in arresto l’uomo per detenzione abusiva di arma da fuoco clandestina e ricettazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, all’interno di un container sito accanto alla stalla, i militari hanno ritrovato numerose centraline e pezzi di auto, risultati poi essere di provenienza delittuosa. Per tale ragione il Dicanosa è stato anche denunciato per il reato di ricettazione. A finire nei guai anche un cugino dell’uomo, che aveva in uso, per il trasporto dei cavalli, un van risultato poi essere rubato nel napoletano. Su disposizione del P.M. di turno, Dicanosa è quindi stato rinchiuso nel carcere di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Regionali Puglia: i risultati in diretta

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Foggia fa il botto di consiglieri regionali: ecco i nomi dei 'Magnifici 10' che rappresenteranno la Capitanata in Puglia

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Chi potrebbe andare a Bari: ok Piemontese e Tutolo. Incertezza nel centrodestra, in bilico anche Rosa Barone

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento