menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

Per l'uomo, 40enne in forza del reparto prevenzione crimine, un trauma contusivo alla mano destra, escoriazioni diffuse e trauma all’apparato genitale. Per il fatto, identificati e arrestati due giovani classe 1991, denunciato un 14enne

Redarguisce comitiva rumorosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa. E’ accaduto nella serata di ieri, a San Severo, in via Risorgimento. 

Vittima dell’accaduto, un ispettore di polizia di 40 anni, in servizio presso il reparto di prevenzione crimine di San Severo. Erano da poco passate le 23 quando l’uomo, avendo notato che sotto l’abitazione vi era un nutrito gruppo di giovani che facevano baccano, si è affacciato sul balcone per redarguire loro e invitarli ad allontanarsi.

Nonostante ciò, questi continuavano a creare disturbo lanciando addirittura una pietra all’indirizzo dell’abitazione in questione. Così il poliziotto è scendo in strada, ma è stato accerchiato dagli stessi e da altri giovani che nel frattempo erano arrivati.

Nella circostanza tre facinorosi hanno iniziato a spintonarlo e successivamente ad aggredirlo fisicamente provocandogli un trauma contusivo alla mano destra, escoriazioni diffuse e trauma all’apparato genitale  che i medici del pronto soccorso hanno giudicato guaribili in 10 giorni.

Sul posto sono intervenute alcune pattuglie del commissariato, dei carabinieri e della guardia di finanza che sono riuscite a bloccare le tre persone. I tre sono stati quindi identificati: si tratta di due giovani classe 1991, arrestati per lesioni personali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, mentre la terza persona, di 14 anni, è stata denunciata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Proprietà e benefici delle fave

Attualità

O la si salva o la si uccide

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento