Cimitero, il Gadd a Pellegrino: “Ci offende sentirci dire che va tutto bene”

Al Gadd non sono piaciute le dichiarazioni dell'assessore apparse sul Quotidiano di Foggia. "Incapacità di una classe dirigente che ci sta facendo stazionare da troppi anni nelle parti più basse delle classifiche"

Immagine del cimitero

Non si placa la polemica scoppiata tra il GADD e Pasquale Pellegrino sulla questione cimitero. Come riportato sulle pagine del “Quotidiano di Foggia” e denunciato da Gli Amici della Domenica, all’assessore comunale non è andata giù l’iniziativa organizzata domenica 9 ottobre dal GADD. L'assessore alla Politiche sociali con delega ai servizi cimiteriali ha dichiarato: “Non c’era bisogno di dirlo ai giornali, addirittura a Questore e Prefetto” – e poi – “Quei 13-14 dell’associazione quanti ne erano? Hanno fatto un cataclisma, per denunciare cosa?”.

Parole che hanno suscitato l’ira e lo sconcerto del gruppo nato spontaneamente su Facebook agli inizi dell’anno. “Ci sono alcune affermazioni, riportate, secondo cui il nostro gruppo sarebbe formato da quattro gatti, da contrapporre magari ai suoi quattro cani che Ella avrebbe voluto farci adottare e che stazionano nel camposanto. Passi per i quattro gatti, avendo nel nostro gruppo animalisti convinti la cosa non ci offende. “Ci offende invece sentirci dire, come Ella ha fatto, che tutto va bene “madama la marchesa”.

Avremmo voluto che Ella seminasse la stessa sicurezza e fiducia, rispetto al problema dei parcheggiatori abusivi, su cui ha detto che essendo fuori dal camposanto non sono un suo problema. Questa, ci consentirà, non ci è sembrata degna della nostra intelligenza e della sua oramai molto lunga militanza politica ed amministrativa” tuonano i componenti del GADD. “Spero che non userà lo stesso linguaggio e le stesse affermazione di disperata impossibilità ed incapacità a risolvere un problema di tale “banale” portata quando si tratterà di chiedere ancora voti per la campagna elettorale sua e del suo partito” aggiungono.

Gli Amici della Domenica concludono duramente: “NOI cittadini che dobbiamo ogni anno leggere le certificazioni di incapacità di una classe dirigente che ci sta facendo stazionare da troppi anni nelle parti più basse delle classifiche sulla vivibilità e la qualità della vita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento