menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Blitz nell'ingrosso di pesce: la Guardia Costiera sequestra 820 kg di alici e cefali

A Poggio Imperiale: elevata una multa da 1500 euro per omessa indicazione delle informazioni obbligatorie in tutte le fasi della filiera dei prodotti ittici

Maxi sequestro di prodotti ittici, a Poggio Imperiale. Blitz della Capitaneria di Porto all'interno di un magazzino all'ingrosso nell'agro della cittadina dell'Alto Tavoliere, al cui interno sono stati sequestrati ben 820 kg tra alici e cefali privi di qualsivoglia informazione di provenienza o lotto identificativo.

L'attività rientra nell’ambito dell’Operazione Complessa Regionale coordinata dalla Direzione Marittima di Bari, finalizzata alla vigilanza e repressione delle attività illecite in materia di pesca. La violazione, consistente nell’omissione delle informazioni obbligatorie da fornire per una corretta tracciabilità del prodotto ittico, in spregio delle norme poste a tutela del consumatore finale, ha portato ad elevare al contravventore una sanzione amministrativa di 1500 euro per omessa indicazione delle informazioni obbligatorie in tutte le fasi della filiera dei prodotti ittici, ai fini della tracciabilità, mediante etichettatura/imballaggio ovvero di un documento commerciale come previsto dalle vigenti normative. L’attività di vigilanza e repressione condotta dagli uomini della Guardia Costiera proseguirà incessante contro i summenzionati illeciti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Attualità

L'impianto di compostaggio di San Severo si farà: ha vinto Saitef, il Consiglio di Stato certifica il 'pasticcio' del Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento