Individuato il piromane di Rignano Garganico: in una notte, ha incendiato 4 auto tra centro storico e Belvedere

L'uomo è stato individuato al termine di una serrata indagine condotta dai carabinieri della Stazione di Rignano Garganico, coadiuvati dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Rotondo.

Una delle auto incendiate

Individuato e denunciato il piromane che, alcune settimane fa, aveva dato fuoco ad alcune auto parcheggiate in strada, a Rignano Garganico. L'uomo è stato individuato al termine di una serrata indagine condotta dai carabinieri della Stazione di Rignano Garganico, coadiuvati dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Rotondo.

I fatti risalgono alla notte del 19 febbraio scorso, quando ben quattro autovetture erano state date alle fiamme nel piccolo centro garganico. L’autore, un incensurato del luogo, verso l'una di notte aveva dato alle fiamme le autovetture in alcuni dei luoghi simbolo della cittadina, quali il famoso “Belvedere” ed il centro storico.

Gli incendi avrebbero potuto avere esiti molto più nefasti se i vigili del fuoco del distaccamento di San Severo non fossero intervenuti prontamente. Le fiamme avevano infatti provocato, oltre al danneggiamento delle autovetture, anche il completo annerimento della facciata perimetrale di una palazzina, oltre a ingenti danni ad alcune abitazioni, in quel momento fortunatamente vuote.

Le risultanze dell’indagine sono state riassunte in una dettagliata informativa, depositata presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia. Sono ora in corso ulteriori accertamenti per appurare eventuali responsabilità dello stesso in merito ad altri episodi analoghi avvenuti in quel comune.

Immagine2 (1)-5

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento