Grave tumore del sangue, la moglie di Pierpaolo su FB: "Inziamo a vedere un piccolo spiraglio di luce in lontananza"

Pierpaolo sta meglio, "la terapia continua i suoi effetti e il nostro cuore ritorna a crederci" si legge nel post pubblicato sulla pagina Facebook 'Aiutiamo Pierpaolo'. 

A 12 giorni dall'ultimo aggiornamento sulle condizioni di salute di Pierpaolo Piras - Daniela, la moglie del 42enne di origini sarde residente a San Paolo di Civitate che poco meno di un anno fa ha scoperto di essere affetto da una forma di linfoma non-Hodgkin refrattario, chiamato Dlbcl (linfoma diffuso a grandi cellule B), un tumore del sangue - ha chiesto "perdono per il silenzio di tanti giorni intensi e pieni di preoccupazione" aggiungendo "che un piccolo spiraglio di luce in lontananza iniziamo a vederlo"

Pierpaolo sta meglio, "la terapia continua i suoi effetti e il nostro cuore ritorna a crederci" si legge nel post pubblicato sulla pagina Facebook 'Aiutiamo Pierpaolo'. 

Circa 340mila euro il denaro raccolto finora attraverso la campagna lanciata dai familiari su GoFondMe, il Crowdfunding sociale e personale che ha permesso a Piras di raccogliere una cifra importante per cominciare la terapia Cart-T presso lo Sheba Medical Center di Tel Aviv.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento