Cronaca

“La piazzetta è un ghetto che distrugge la cultura di Foggia”

Antonio Bianco, presidente di Capitanata Mia, richiama il Comune a intervenire sulla sporcizia e sulla presenza dei motorini che sfrecciano per le stradine del centro storico

“La piazzetta di Foggia? E’ un ghetto che distrugge la cultura della nostra città”. Lo ha dichiarato Antonio Bianco, presidente dell’associazione culturale Capitanata Mia. “E’ davvero vergognoso quello che avviene nel centro storico dove i motorini sfrecciano liberi e tranquilli e dove a fine serata, all’uscita dei locali, resta la sporcizia senza che nessuno si preoccupi di rimuoverla”. “Possibile - si chiede Bianco - che le telecamere installate in piazzetta non riprendano chi entra e chi sfreccia con gli scooter? Che rappresentano un pericolo per l’incolumità di passanti e dei turisti. Le telecamere funzionano? Se sì, perché non vengono applicate le dovute sanzioni?

Altra cosa grave è la somministrazione di alcool a minorenni. Invito pertanto, il Comune e l’assessore alla Sicurezza, Franco Arcuri, ad attivare un servizio continuo di sorveglianza in piazzetta e ad applicare multe salate ai trasgressori. A Pasquale Russo, invece, ad applicare sanzioni a quei gestori che alla chiusura dei locali non ripuliscono l’area di pertinenza. Altrimenti rischiamo di far scappare i numerosi turisti che vengono a visitare il centro storico.  L’estate si avvicina e spero che le mie richieste vengano prese in considerazione”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La piazzetta è un ghetto che distrugge la cultura di Foggia”

FoggiaToday è in caricamento