Cronaca Cagnano Varano

Gargano, reati contro il patrimonio e l’ambiente: deferiti sei soggetti

In tre operazioni degli agenti del Comando Stazione Forestale sono state deferite cinque persone di Cagnano Varano e una di Carpino

A seguito di controlli mirati disposti dal coordinamento territoriale per l’Ambiente di Monte Sant’Angelo, gli agenti del Comando Stazione Forestale di Cagnano Varano, hanno eseguito specifiche verifiche finalizzate alla rilevazione dei reati contro il patrimonio e l’ambiente.

In tre distinte operazione, sei soggetti, cinque di Cagnano Varano e uno di Carpino, sono stati deferiti a vario titolo per aver esercitato la pesca di novellame nelle acque lagunari, con ausilio di attrezzi non consentiti e in zone vietate dalle autorità competenti, per violazione di sigilli e omessa custodia colposa di opere sottoposte a sequestro nel corso di un procedimento penale, invasione di terreni o edifici e introduzione di animali in fondo altrui e pascolo abusivo.

Gli interventi posti in essere dai forestali si sono altresì incentrati nel tutelare il cittadino dai pericoli sconfinamento e intralcio alla circolazione stradale provenienti dal pascolo di animali vaganti sulle strade di giurisdizione locale, provinciale e statale, presenti nei comuni di Cagnano Varano, Ischitella e Carpino. Numerosi, infatti, sono stati i soggetti segnalati all’autorità amministrativa per il reato di omessa custodia e malgoverno di animali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gargano, reati contro il patrimonio e l’ambiente: deferiti sei soggetti

FoggiaToday è in caricamento