Manfredonia, “San Camillo”: l’unica preoccupazione resta il personale

Il sindaco Angelo Riccardi ha incontrato l'assessore alla Sanità Tommaso Fiore. Per il nosocomio sipontino non ci sarà operazione di dimagrimento

R esta alta l’attenzione sulla sanità del territorio e sale la preoccupazione per le sorti del ‘San Camillo’ di Manfredonia. Proprio per capire quale destino attende la struttura ospedaliera sipontina, l'11 aprile 2011, il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi, accompagnato da un pool di primari e dirigenti del nosocomio, ha incontrato l’assessore regionale alla Sanità Tommaso Fiore.

Si fa grande fatica ad andare avanti”, ha sottolineato il sindaco Riccardi aprendo l’incontro, a cui era presente anche il consigliere regionale Franco Ognissanti. “Per l’ospedale di Manfredonia non vedo grandi motivi di allarme e preoccupazione - ha esordito l’assessore Fiore -. Unico punto dolente, che riguarda un pò tutte le strutture ospedaliere, anche le più grandi, è il personale”.

I conteggi fatti a livello regionale, non di singola Asl, indicano uno sfondamento delle spese per il personale quantificato attorno ai 180 milioni di euro. È per questo motivo che, entrando nel merito dei piani di rientro, indipendentemente da altre vicende c’è un serio problema di personale, ovunque, e, pur senza il blocco di turn over, non è possibile assumere”, ha continuato l’assessore alla Sanità.

Analizzando i dati, per l’ospedale di Manfredonia non sono state previste operazioni di dimagramento. Inoltre l’assessore si è personalmente impegnato a “lavorare per ottenere deroghe che permettano di potenziare i servizi più importanti legati all’urgenza e all’emergenza”. La Regione Puglia, oltre alla partita del personale, sta giocando anche quelle della farmaceutica territoriale e ospedaliera, per cui conta di avere a disposizione una massa finanziaria più alta rispetto alle previsioni.

Se tutto va in quest’ottica, a giugno, quando avremo le prime proiezioni dell’anno, ridiscuteremo della faccenda del personale, l’emergenza principale”, ha concluso Tommaso Fiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento