Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da tre anni senz'acqua: "Qui è il terzo mondo". 21 famiglie foggiane costrette ad approvvigionarsi dai parenti

Nel 2016 il sindaco Landella emanava un'ordinanza che vietava l'approvvigionamento di acqua a Passo Breccioso. Dopo tre anni nulla è cambiato

 

Era il 15 marzo 2016 quando l'Amministrazione comunale di Foggia emanava un'ordinanza che vietava emungimento e prelievo di acqua dai pozzi vicini alla discariche comunali (entro il raggio di un km). Neanche per uso agricolo. Ad oggi la situazione è ancora quella per 21 famiglie, riunitesi in Comitato, che, rimaste a secco, da tempo chiedono al sindaco Landella di porre rimedio al problema.

Parliamo dell'area di Passo Breccioso dove insistono la discarica dismessa per Rsu Agecos (ex Amica) e la discarica in coltivazione cosiddetta Frisoli (ex Amica). L’Arpa Puglia, nell’ambito dei controlli periodici, il 3 aprile del 2015 trasferì i risultati dell’indagine analitica effettuata a campione sull’acqua sotterranea prelevata dai pozzi spia della discarica cosiddetta Frisoli (ex Amica), da cui si riscontrò la non conformità ai limiti stabiliti dal D.Lgs. 152/06 relativamente ai soli parametri ferro e manganese. Da qui l'ordinanza. Che continua a vigere ancora oggi.

 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento