Il carabiniere ferito provato e confuso dalla morte di Di Gennaro. Al CorSera: "Ho fatto quello che dovevo"

Pasquale Casertano, il carabiniere di 23 anni in servizio a Cagnano Varano ferito durante l'omicidio di Vincenzo Di Gennaro, ieri pomeriggio ha ricevuto la visita di Nistri, Emiliano, Conte e del vescovo Forcone

Pasquale Casertano e Nistri (foto dalla pagina FB dei Carabinieri)

Ricoverato nella stanza numero 18 del reparto di Chirurgia toracica dell'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, il carabiniere 26enne ferito durante l'omicidio del maresciallo maggiore Vincenzo Di Gennaro, ieri pomeriggio ha ricevuto la visita dei familiari giunti da Caserta e dei colleghi dell'Arma dei Carabinieri, oltre a quelle del governatore della Regione Puglia Michele Emiliano, del comandante generale dell'Arma Giovanni Nistri, del vescovo Franco Morcone e del presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte

Come riporta il Corriere della Sera nell'edizione di questa mattina, Pasquale Casertano ha detto di non ricordare nulla e di essere molto provato e confuso, ha espresso il desiderio di voler riposare: "Ho fatto quello che dovevo, mi sono limitato a fare il mio dovere, che in quel momento era aiutare il mio collega in grande difficoltà"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento