Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Parrucchieri incavolati: "Rischio contagio da abusivi in casa". Lettera a Conte: "Facci aprire". A Emiliano: "Aiutaci"

I parrucchieri di San Severo: "Chiediamo semplicemente di poter aprire prima del 1 giugno in tutta sicurezza, perché i nostri saloni sono sicuri e sempre igienizzati. Entrerebbe un cliente per volta"

La protesta dei parrucchieri di San Severo

"Meglio un salone di bellezza che un abusivo in giro per le case. Emiliano dacci una mano". Non si placa la protesta dei parrucchieri di San Severo riuniti nell'associazione Aspide, che ieri mattina hanno chiesto un aiuto al governatore della Puglia e scritto al presidente del Consiglio Giuseppe Conte. "Siamo chiusi dal 12 marzo. Il suo ultimo decreto ci ha letteralmente tagliato le gambe"

Gli artigiani del taglio di barba e capelli lamentano la presenza degli abusivi, "che potrebbero diffondere il virus e danneggiarci ancora di più". Al danno di una situazione economica in parte compromessa potrebbe aggiungersi questa beffa: "Esercitano in casa non curanti delle regole, può immaginare bene cosa comporta".

Infine l'appello al premier: "Chiediamo semplicemente di poter aprire prima del 1 giugno in tutta sicurezza, perché i nostri saloni sono sicuri e sempre igienizzati. Entrerebbe un cliente per volta".

A Emiliano: "Dacci una mano"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parrucchieri incavolati: "Rischio contagio da abusivi in casa". Lettera a Conte: "Facci aprire". A Emiliano: "Aiutaci"

FoggiaToday è in caricamento