rotate-mobile
Cronaca

Il parcheggio Russo fa acqua da tutte le parti

Il garage si allaga e la rampa resa viscida dalle piogge complica l'uscita degli automobilisti

Pozzanghere, rampa viscida e piastrelle rotte: il parcheggio interrato Vincenzo Russo, in corso Garibaldi, sotto i piedi dei commissari che gestiscono il Comune di Foggia, fa acqua da tutte le parti. Nei giorni di pioggia si allaga e la fanghiglia complica l’uscita degli automobilisti. Criticità che si ripresentano puntualmente. Gli utenti che scelgono di parcheggiare al coperto, si ritrovano con le scarpe nell’acqua.

In prossimità dell’uscita la pavimentazione è sconnessa, o meglio, anche quella come l’asfalto cittadino presenta grosse buche. Ormai da tempo la struttura è ridotta in questo stato. La tariffa oraria, peraltro, è più alta della sosta su strada, pari a 1,20 euro.

L’Ataf è proprietaria del parcheggio da 55 posti, gestito da Apcoa. A giorni dovrebbe subentrare la società Gps Global Parking Solutions che si è aggiudicata l’appalto della sosta a pagamento in città e dovrà corrispondere un canone d’uso di 24mila euro l’anno.

Nel capitolato speciale del bando di gara si legge che “compete al soggetto gestore la manutenzione delle pavimentazioni, lo spurgo della rete di raccolta delle acque piovane, la pulizia dell’area e lo sgombero neve”.

Per tutta la durata della concessione, peraltro, dovrà effettuare gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle attrezzature e degli impianti. Finora, era stata l’Ataf ad effettuare i lavori, come i diversi interventi di ripristino delle barriere ai varchi di ingresso e uscita.

Le nuove tariffe approvate un anno fa dalla commissione straordinaria potrebbero presto entrare in vigore. In tal caso, la tariffa oraria nel parcheggio Russo salirà a 1,50 euro, mentre gli abbonamenti subiranno rincari che oscillano tra i 10 e i 30 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il parcheggio Russo fa acqua da tutte le parti

FoggiaToday è in caricamento