Licenziati prima del virus, parcheggiatori salgono sul tetto del Comune della città di San Pio: "Vogliamo il Prefetto"

San Giovanni Rotondo 1 giugno 2020, protesta dei parcheggiatori della Sacar licenziati. Diciotto sono in cassa integrazione. "Vogliamo il prefetto"

Sono scesi in piazza, alcuni hanno raggiunto il tetto del comune di San Giovanni Rotondo, i 28 parcheggiatori della Sacar che prestavano servizio presso la zona internazionale delle due chiese e dell'ospedale di San Pio, licenziati prima dell'emergenza Covid. 

Diciotto di loro sarebbero stati messi in cassa integrazione mentre al momento gli operai al lavoro sarebbero appena due. I lavoratori lamentano anche la mancata retribuzione di alcuni stipendi, avanzerebbero sei mensilità.

Ora chiedono di parlare con il Prefetto di Foggia. Eloquente lo striscione appeso sulla facciata del Comune: "Vogliamo il Prefetto"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento